alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   Dolore e lacrime per la prematura scomparsa di Emilia Lepore: stamattina i funerali Domani sera inaugurazione del Christmas Park in piazza Umberto Eventi di Natale, l’associazione Cambia-Menti: “l’Amministrazione dimentica alcune associazioni sul territorio” Così non va – indumenti abbandonati fuori dai cassonetti, proteste Franco Da Dalt è un nuovo tesserato della Calcio Avellino SSD “Natale in Abbazia”: mercatini, villaggio di babbo natale, visite guidate, concerti e laboratori al Palazzo Abbaziale di Loreto a Mercogliano Torna il Pino Irpino, tour di tre giorni nelle piazze della provincia Chiude la filiale della Banca d’Italia ad Avellino Sidigas Scandone, ingaggiato il centro Patric Young L’affondo degli Amici di Beppe Grillo ad Atripalda: “Storia semiseria di un autovelox indesiderato”

Il Comune diffida l’Inps sul progetto “Aurora”: ventuno persone attendono l’assunzione a tempo determinato per lavori di pubblica utilità

Pubblicato in data: 31/3/2018 alle ore:08:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Il Comune del Sabato diffida l’Inps sul progetto “Aurora”. L’Istituto Nazionale di Previdenza e Assistenza da quattro mesi non ha ancora effettuato le verifiche richieste da Palazzo di città nel mese di dicembre e da giungo scorso 21 atripaldesi sono in attesa di essere assunti.
«Il progetto non è partito perché l’Inps ancora non ha completato la verifica dei pre-requisiti degli aventi diritto – spiega l’assessore ai Servizi sociali Nancy Palladino -. E’ dall’undici di dicembre che attendiamo una risposta e, di conseguenza, non possiamo procedere con le assunzioni a tempo determinato.  Da qui la decisione di diffidare l’Istituto. Una diffida che sembra aver già prodotto degli effetti visto che la funzionaria si è messa in contatto con palazzo di città per capire alcuni particolari».
Il progetto Aurora, finanziato dalla Regione Campania nel maggio dello scorso anno con un importo di 78mila euro punta ad impiegare per sei mesi presso il Comune del Sabato 21 cittadini da utilizzare in progetti di pubblica utilità. Soggetti disoccupati e privi di sostegno al reddito che percepirebbero 580 euro al mese.
«Il progetto Aurora sfrutta i fondi messi a disposizione dalla Regione  – prosegue la Palladino – per persone che momentaneamente escluse dal mondo del lavoro godono o hanno goduto di ammortizzatori sociali quali la cassa integrazione o quant’altro. Il bando venne fatto, ad onor di cronaca, dalla precedente amministrazione, e quando poi noi siamo subentrati, mi sono occupata di questa cosa facendone il progetto visto che al bando doveva seguire la redazione di un progetto. Aurora proprio perché ci si augura per queste persone, che per sei mesi lavoreranno e saranno occupati in progetti di pubblica utilità per il comune di Atripalda, sia appunto un nuovo inizio. Ecco perché appunto Aurora».
Al progetto hanno partecipato ventuno persone e la Regione Campania ha finanziato per tutte le ventuno l’intervento: «solo bisogna ancora verificare i requisiti in possesso di queste persone auto-certificati al momento della presentazione della domanda e se sono ancora in possesso come il requisito fondamentale della cassa integrazione – conclude la Palladino -. Compito che spettava all’Inps che ci ha messo dall’undici dicembre scorso, giorno in cui abbiamo trasferito la graduatoria e l’elenco delle persone da impiegare, avendo avuto l’ok dalla Regione, ancora ci deve far sapere niente. E per questo abbiamo deciso qualche giorno fa di diffidare l’Inps visto che tutti i ritardi che si stanno accumulando per far partire il progetto sono da imputare a questi mancati controlli che sono fondamentali visto che si tratta di assunzione, anche se a tempo determinato. E se una persona non ha i requisiti non si può assumere».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it