sabato 21 aprile 2018
Flash news:   Via libera dall’Anas all’installazione dell’autovelox sulla Variante: sarà spostato di 150 metri più avanti. Parla l’assessore Musto Conclusa la potatura dei platani parla la delegata Anna De Venezia: “abbiamo scelto la salute degli alberi realizzando una potatura più leggera” Mancanza del certificato di agibilità per pubblico spettacolo e dell’autorizzazione del sindaco, scoppia il caso della palestra “Adamo” dopo la lite di sabato e la denuncia dei Carabinieri. Il sindaco: “Stiamo percorrendo l’iter per far acquisire alla struttura i requisiti necessari” Atripalda Volleyball, per la serie D sfuma il sogno promozione: passa il San Marzano Sacripanti: “traguardo storico per la squadra e la città” La Sidigas Scandone Avellino raggiunge la finale di FIBA Europe Cup Serie C, lo scontro diretto è dell’Atripalda Volleyball: Colli Aminei si arrende al tie-break Frosinone amaro per i lupi, finisce 0-2 al Partenio-Lombardi Rissa a fine gara tra gli atleti dell’Atripalda Volleyball e la New Volley San Marzano nella finale per la serie C. FOTO Serie D, Green Volley The Marcello’s la salvezza è conquistata: battuto il Volalto ed esplode la gioia

Via Crucis 2018, tanti fedeli alla processione del Venerdì Santo. FOTO

Pubblicato in data: 6/4/2018 alle ore:11:55 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Grande partecipazione di fedeli alla processione del Venerdì Santo.
Come lo scorso anno si è ripetuta la devozione dell’Incappucciato di Capo La Torre, con la sua veste storica indossata e tramandata di generazione in generazione dai figli maschi della famiglia Giovino.
La figura dell’incappucciato è rivissuta grazie all’interpretazione di Nicola, che haa reinterpretato appunto il ruolo svolto dal papà Pellegrino dal 1948 al 1980, mentre la figura di Gesù Cristo con la Crocifissione è stata interpretata da Enrico.
La figura dell’Incappucciato, che su Rampa San Pasquale ha messo in scena le tre cadute, ha commosso la folla di fedeli presenti.
Una tradizione che ha 150 anni di storia legata alla famiglia Giovino, una storia di fede. Una devozione particolare quella della famiglia Giovino che, tramandata da padre in figlio, veste i panni del Nazareno da oltre cento anni.
Anche quest’anno si è deciso di ritornare all’antica processione in sinergia tra la Pro Loco con le parrocchie di Sant’Ippolisto Martire e della Madonna del Carmine, la Confraternita di Santa Monica e la Confraternita della Misericordia.
La processione ha preso il via da piazza Vittorio Veneto, con l’uscita dell’Incappucciato davanti la chiesa storica di San Nicola. Quest’anno la novità è stata la tappa in piazza Cassese dove c’è stata la scena del rinnegamento di Pietro.
Surampa S. Pasquale l’emozionante scena delle cadute e della crocifissione.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it