alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   Dolore e lacrime per la prematura scomparsa di Emilia Lepore: stamattina i funerali Domani sera inaugurazione del Christmas Park in piazza Umberto Eventi di Natale, l’associazione Cambia-Menti: “l’Amministrazione dimentica alcune associazioni sul territorio” Così non va – indumenti abbandonati fuori dai cassonetti, proteste Franco Da Dalt è un nuovo tesserato della Calcio Avellino SSD “Natale in Abbazia”: mercatini, villaggio di babbo natale, visite guidate, concerti e laboratori al Palazzo Abbaziale di Loreto a Mercogliano Torna il Pino Irpino, tour di tre giorni nelle piazze della provincia Chiude la filiale della Banca d’Italia ad Avellino Sidigas Scandone, ingaggiato il centro Patric Young L’affondo degli Amici di Beppe Grillo ad Atripalda: “Storia semiseria di un autovelox indesiderato”

Rissa a fine gara tra gli atleti dell’Atripalda Volleyball e la New Volley San Marzano nella finale per la serie C. FOTO

Pubblicato in data: 17/4/2018 alle ore:08:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Nella finale per la conquista della serie C scoppia la rissa a fine gara tra gli atleti dell’Atripalda Volleyball e la New Volley San Marzano Asd.
Un match clou quello di sabato sera giocato nella palestra “Adamo” della cittadina del Sabato conclusosi però tra le sirene delle quattro gazzelle dei Carabinieri intervenute per riportare alla calma gli animi accesi. Al centro della lite, scoppia sul rettangolo di gioco, la gara di play off di serie D vinta per 3 a 2 dalla squadra salernitana.
Un testa a testa fino all’ultimo punto con la vittoria del San Marzano al tie-break sul 13-15 che a fine gara festeggia con i propri sostenitori la promozione in serie C. E in quel momento scoppia la bagarre in campo tra gli atleti delle due compagini. Uno spintone la causa scatenante di tutto che ha coinvolto prima i giocatori, poi tifosi e alcuni genitori degli atleti. Sull’episodio ora indaga la stazione dei Carabinieri di Atripalda, guidata dal comandante Costantino Cucciniello, per fa luce sulla vicenda.
La società atripaldese del presidente Angelo Spica, che condanna l’episodio e si scusa per quanto accaduto, sulla propria pagina di Facebook chiarisce così i fatti: «L’episodio che è avvenuto al termine della gara dei play off di serie D tra New Volley San Marzano Asd e la nostra società ci lascia con tanto amaro in bocca e rabbia perché siamo una società che ama la pallavolo. Dissentiamo da quello che è successo perché questo non ci appartiene. Detto questo occorre precisare alcune gravi inesattezze espresse dalla società del New Volley San Marzano Asd. Innanzitutto non c’è stata nessuna aggressione violenta da parte di nessuno. C’è stato un contatto tra gli atleti in campo a fine gara. Punto secondo i dirigenti della nostra società l’unica cosa che hanno fatto è stato cercare di dividere gli atleti venuti a contatto. Stesso atteggiamento dei nostri ragazzi della serie C che hanno cercato di riportare la calma e l’ordine in palestra dividendo gli atleti a contatto. Punto terzo, gran parte del pubblico presente è stato quello della società che giocava in trasferta e che è stato il primo ad invadere il campo e a creare tensione sferrando senza motivazione violenza verso un genitore di un nostro atleta. L’unica cosa che ci troviamo d’accordo è che la vittoria l’avete conquistata sul campo, meritando la promozione in serie C. Non siamo una società violenta come vuole descrivere il comunicato della società salernitana e a dirla tutta a chiamare i carabinieri è stata la nostra società. Carabinieri che accerteranno l’accaduto. Poi a chi scrive senza esserci e senza sapere l’accaduto vorremmo dire è facile nascondersi dietro ad una tastiera e scrivere ciò che si vuole! L’amarezza resta quella che una festa dello sport si è trasformata in una brutta pagina da cancellare!». Una nota di risposta alla società salernitana che già poche ore dopo la fine della gara aveva accusato su Facebook la società atripaldese così: «Solo ora riusciamo a commentare la partita conclusa poche ore fa ad Atripalda. Ciò che è successo a fine gara alla Palestra Adamo non ha nulla a che vedere con quella che è la pallavolo e lo sport in generale. Doveva essere una manifestazione sportiva di rilievo qualunque fosse stato il risultato, ma a fine gara, i dirigenti e i giocatori della New Volley San Marzano sono stati aggrediti in maniera violenta e senza nessuna motivazione dagli atleti, dirigenti, dalla squadra di serie C della stessa società e addirittura tifosi che hanno invaso il campo dell’Atripalda Volleyball. Sul posto sono intervenute diverse unità dei carabinieri della stazione locale per accertarsi dell’accaduto e raccogliere tutte le dovute informazioni. Tutto quanto successo non ha nulla a che vedere con la pallavolo e con lo sport in generale. Siamo certi che gli organi di competenza sapranno al meglio punire chi ha provocato ciò, rovinando una giornata di sport. Nonostante tutto la nostra più grande vittoria l’abbiamo ottenuta sul campo».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 1,67 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it