Flash news:   Addio al presidente onorario dei costruttori irpini Alessandro Lazzerini. Il cordoglio dell’Ance Autovelox sulla Variante, il sindaco difende la bontà della scelta: «convinti di aver effettuato tutte le procedure in modo corretto, continuerà a funzionare lì dov’è» Salvatore Antonacci si dimette da capogruppo della maggioranza dopo la mancata elezione alla Provincia. Giovedì resa dei conti in Consiglio Arresto del Capo dell’Ispettorato del Lavoro, la difesa di Gerardo Capaldo: «Nessun illecito, si farà chiarezza» Il Comune incassa un finanziamento da 260mila euro per la progettazione definitiva della scuola Primaria “Mazzetti” Corruzione in cambio dell’assunzione del figlio ingegnere: arrestato Capo dell’Ispettorato del Lavoro. Sequestrati due milioni di euro a due Spa “Progetto Gaia”, l’ex sindaco chiede lumi e denuncia: «i volontari svolgono mansioni che esulano dalle finalità del progetto, trattando anche dati sensibili» Vucinic: “è stata una partita dura” Ritorno alla vittoria per la Sidigas Scandone: ora al secondo posto Elezioni provinciali, Sinistra Italiana Atripalda chiede le dimissioni da capogruppo del non eletto Antonacci e del sindaco: “ha confermato di non avere alcun governo politico dell’Amministrazione che guida”

Il Circolo si fa in tre tra Lazio, Campania e Sicilia

Pubblicato in data: 24/4/2018 alle ore:15:00 • Categoria: Sport, CiclismoStampa Articolo

Lo scorso fine settimana, il Circolo Amatori della Bici di Atripalda ha partecipato a due manifestazioni agonistiche di diversa natura tra Lazio e Campania.

Andando in ordine, sabato in quel di Roccasecca (FR), è andato in scena il Trofeo Taxi Driver, valido per il Giro di Ciociaria. La gara a circuito prevedeva un percorso lungo 7 km quasi completamente pianeggiante da percorrere 10 volte. La corsa conclusasi con la media di 40 km\h ha visto imporsi, in volata, Nacca della TortoraBike su Zaottini del Team Falasca. Per il Circolo di Atripalda, Antonio De Pascale è giunto 18° di fascia.

Tutt’altro capitolo domenica in quel di Ariano Irpino! La cittadina dell’Ufita infatti è stata sede di arrivo e partenza della Mediofondo di Primavera. La gara, giunta alla sua seconda edizione, ha visto circa 500 partenti sfidarsi su di un percorso di 100 km, giudicato durissimo dai più! Salite arcigne e discese ripide con soli pochi km di pianura hanno portato la carovana di ciclisti attraverso diversi comuni della provincia di Foggia per rientrare in Campania, superare le asperità di Montaguto e Savignano e prepararsi allo sprint finale sulle dure rampe del tricolle. Ad imporsi è stato l’ex-dilettante Scaldamarco dell’EuronixTeam che ha distanziato di diversi minuti tutti gli altri. Alla difficile gara hanno partecipato anche una decina di atleti giallo-fluo. Tra tutti si è distinto Giuseppe Reppucci giunto nei primi 80 al traguardo.

La vera impresa per il Circolo Amatori della Bici la compieranno però tre atleti irpini: Antonio De Cicco, Domenico Giaquinta e Gerardo Visconti. Grazie a loro infatti, il sodalizio atripaldese si appresta a toccare una delle poche regioni italiane che ancora non aveva visto i colori giallo fluo. Si tratta della Sicilia e questa volta non sarà una toccata e fuga! Infatti, tre temerari, approfittando del lungo ponte primaverile, percorreranno, in sella alle loro bici da corsa, tutta la Sicilia orientale. Il tour in terra sicula partirà da Villa San Giovanni fino ad Avola, passando per le più belle località di trinacria. Messina, Catania e Siracusa saranno solo alcune delle città toccate dalla mini carovana giallo fluo che porterà i ciclisti atripaldesi anche in cima al vulcano attivo più alto d’Europa! La discesa dall’Etna sarà ripida e veloce ma addolcita dalla breve sosta a Modica, giusto il tempo per degustare il cioccolato tipico della zona. Altre tappe vedranno i ciclisti irpini ammirare le bellezze artistiche di Noto, Morzamemi e Taormina. I tre atripaldesi non potranno lasciare l’isola senza fare visita alla casa del Commissario Montalbano a Punta Secca, nonché ammirare brevemente le bellezze naturalistiche di Alcantara e Capo Passero. Alla fine i tre ciclisti amanti dell’arte, della natura e dell’amicizia avranno percorso oltre 700 km in sella e toccato i 2200 mt sul livello del mare con la sommità percorribile dell’Etna. In bocca al lupo ai nostri temerari!

Il Circolo del presidente Amatucci da appuntamento inoltre mercoledì 25 Aprile e martedì 1° maggio per altre due gare, rispettivamente a Battipaglia ed Apice.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it