alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   All’Istituto Comprensivo di Atripalda l’USR cerca un reggente fino al 10 gennaio La società Abellinum Calcio 2012 scrive a Babbo Natale: “perché il sindaco non risponde” Tre eventi musicali di prestigio in città sotto la direzione dell’Associazione Stravinsky Laurea Giusy Picardi, gli auguri della famiglia Mentre il prete celebra la messa nella chiesa del Carmine gli rubano soldi e cellulare. Primavera Irpinia: “troppi furti, la stazione dei Carabinieri va potenziata” All’alba straripa di nuovo il Fenestrelle: strada chiusa sul ponte delle Filande. FOTO Convocato il Consiglio Comunale in seduta straordinaria per mercoledì mattina Pulizia caditoie in città, da domani al via intervento di disostruzione La Cometa Di Natale: Osservazione Astronomica questa sera dalla collina di San Pasquale Programma di Formazione Anticorruzione al via da lunedì a Palazzo di città

Venezia affonda la Sidigas al Paladelmauro. FOTO

Pubblicato in data: 26/11/2018 alle ore:12:22 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Venezia vince 49-79. Gli irpini già orfani di Costello, hanno dovuto fare a meno anche di Nichols infortunatosi nelle ore che precedevano il match. La squadra di Vucinic ha provato a contrastare il team lagunare, che ha però  condotto il match dall’inizio alla fine.

Primo quarto (14-20): Tutto pronto alla palla a due, questo lo starting five schierato da coach Vucinic: Cole, D’Ercole, Filloy, Green e Ndiaye; coach De Raffaele contrappone Haynes, Stone, Bramos, Daye e Vidmar. E’ un inizio super equilibrato ad inaugurare l’8u00b0 giornata del campionato Legabasket Serie A: la Reyer si scalda subito al tiro con Haynes, Daye e Bramos, la Sidigas risponde con Filloy, Green e Cole (8-11 a 5:18 dalla fine del primo quarto). Green col 2/2 ai liberi riporta i biancoverdi ad una solo punto di svantaggio ma la Reyer ricaccia indietro ogni tentativo con la tripla di Stone e la schiacciata di Vidmar (10-16): coach Vucinic ricorre al time-out. La Sidigas non trova più la via del canestro e Venezia ne approfitta per piazzare il parziale di 9-0 che regala il +10 agli orogranata (10-20). Ci pensano Cole e Filloy a rompere il silenzio biancoverde mettendo a referto 4 punti consecutivi, con il primo periodo che termina sul punteggio di 14-20.

Secondo quarto (25-43):  Break di 5-2 per gli irpini grazie alla precisione al tiro di Sykes e all’1/2 dalla lunetta di Spizzichini (19-22). La Reyer replica con il parziale di 6-0 che non permette ai biancoverdi di accorciare le distanze: coach Vucinic non indugia oltre e ricorre nuovamente al minuto di sospensione (19-28 a 6:40 dall’intervallo lungo). Venezia non lascia respiro alla Sidigas e con i soliti Vidmar, Daye e Tonut ne approfitta per portarsi sul +15 (20-35 a 3:20 dal termine del quarto). Avellino si sblocca grazie al solo Norris Cole, ma per i lagunari sale in cattedra il solito Haynez, mortifero dai 6 metri, a dare alla Reyer il +18 (25-43).

Terzo quarto (31-59): Nei primi di gioco non si segna quasi mai: Cole ci prova ma è poco preciso, dall’ altro lato peccano di precisione sia Haynes e che Stone. Il numero 0 veneziano sblocca la gara con la tripla. Ci prova Filloy, ma Venezia scappa con il solito Haynes (27-52). 4 punti di fila per la Sidigas che ci prova in tutti i modi con Ndiaye e Filloy. Venezia però con Daye da tre allarga di nuovo la forbice (31-57). Si segna poco lo fa solo Venezia con Tonut (31-59).

Quarto quarto (49-79): Ndiaye segna da dentro l’area, Filloy realizza da tre. Venezia non sta a guardare e va a segno con Watt e Biligha (36-63). I lagunari trovano i punti facili di Watt, Tonut e Giuri, torna segnare anche Cole ma il solito Daye segna da tre (42-77). Ultimi minuti di accademia per le due squadre. Gli ultimi ad arrendersi sono Sykes e Ndiaye ma Venezia vince 49-79.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it