alpadesa
  
Flash news:   Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” Stasera la facciata del plesso “De Amicis” di via Roma verrà illuminata di rosa L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto

Licenziamenti alla Fiat, sciopero alla Fma di Pratola Serra

Pubblicato in data: 25/1/2010 alle ore:00:27 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

fma-pratola-serraQuattro ore di sciopero e sit in nei pressi di palazzo Caracciolo.
I lavoratori della Fma di Pratola Serra  (foto) aderiscono all’astensione dal lavoro proclamata, a livello nazionale, per gli stabilimenti del gruppo Fiat.
Gli addetti incroceranno le braccia il 5 febbraio – due giorni dopo rispetto all’indicazione generale – raccogliendo l’invito – per le aziende in cassa integrazione nella data stabilita per lo sciopero – di far slittare la protesta alla ripresa produttiva.
I segretari di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm e Fismic hanno convocato un’assemblea per giovedì 4 febbraio, data in cui l’opificio di Pratola Serra riaccenderà i motori (gli addetti lavoreranno fino al 12 febbraio, ndr).
Il giorno seguente, invece, gli addetti incroceranno le braccia per quattro ore alla fine di ogni turno. Giuseppe Zaolino, Luciano Vecchia, Gaetano Altieri e Antonio Longobardi hanno concordato, altresì, l’opportunità di un presidio nei pressi del palazzo della Provincia per chiedere il sostegno della politica – soprattutto quella locale – in una vertenza che si annuncia ancora lunga e difficile.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *