alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda

Licenziamenti alla Fiat, sciopero alla Fma di Pratola Serra

Pubblicato in data: 25/1/2010 alle ore:00:27 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

fma-pratola-serraQuattro ore di sciopero e sit in nei pressi di palazzo Caracciolo.
I lavoratori della Fma di Pratola Serra  (foto) aderiscono all’astensione dal lavoro proclamata, a livello nazionale, per gli stabilimenti del gruppo Fiat.
Gli addetti incroceranno le braccia il 5 febbraio – due giorni dopo rispetto all’indicazione generale – raccogliendo l’invito – per le aziende in cassa integrazione nella data stabilita per lo sciopero – di far slittare la protesta alla ripresa produttiva.
I segretari di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm e Fismic hanno convocato un’assemblea per giovedì 4 febbraio, data in cui l’opificio di Pratola Serra riaccenderà i motori (gli addetti lavoreranno fino al 12 febbraio, ndr).
Il giorno seguente, invece, gli addetti incroceranno le braccia per quattro ore alla fine di ogni turno. Giuseppe Zaolino, Luciano Vecchia, Gaetano Altieri e Antonio Longobardi hanno concordato, altresì, l’opportunità di un presidio nei pressi del palazzo della Provincia per chiedere il sostegno della politica – soprattutto quella locale – in una vertenza che si annuncia ancora lunga e difficile.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *