alpadesa
  
Flash news:   Il Consiglio comunale di Atripalda dà il via libera al Consuntivo 2019: disavanzo di amministrazione di – 6.056.343,61 euro. L’opposizione “Noi Atripalda” attacca e vota contro Casi Covid ad Atripalda, le precisazioni dell’avvocato Paolo Spagnuolo sulla vicenda: “commenti feroci e gravemente infamanti, pronti alle querele” Secondo contagio ad Atripalda, il sindaco: “invito l’intera comunità ad osservare le misure per la prevenzione e il contrasto al covid-19” Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora romena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno

Presentato “Codice rosso” il progetto della Polizia Municipale realizzato insieme alla Protezione Civile

Pubblicato in data: 27/1/2010 alle ore:16:25 • Categoria: Attualità

manifesto_filmino

La Polizia Municipale di Atripalda dopo le tante esperienze avute, a partire dal 1997, nelle scuole di questa Città, nell’anno in corso decide di ritornare tra i banchi e tra gli alunni per educarli sulla Protezione Civile, con una didattica di base, tale da prepararli a fronteggiare le situazioni di pericolo senza farsi prendere dal panico ed essere nel contempo porta voci nelle loro famiglie attraverso le indicazioni recepite, per informarle di tutto ciò che l’Amministrazione Comunale sta preventivando in caso di eventi calamitosi.
La Protezione Civile è l’insieme di tutte le strutture aventi il compito di tutelare l’integrità della vita, i beni, e l’ambiente dai danni o dal pericolo derivanti da calamità naturali o dovute all’azione umana.
Il sistema di Protezione Civile, per quanto efficiente ed organizzativo, non può raggiungere ed assistere tutte le persone colpite in un tempo ragionevolmente breve, perché non può essere dappertutto e perché gli eventi (soprattutto quelli sismici) possono verificarsi in maniera improvvisa ed imprevedibile, quindi si può verificare che possono trascorrere ore e talvolta giorni prima che le vittime possano ricevere un aiuto commisurato alle loro necessità.
Essere consapevoli dei possibili rischi presenti sul territorio dove viviamo, conoscere come e dove informarsi, sapere come organizzarsi per affrontare eventuali momenti di crisi, è sinonimo di vita molto più sicura.
Per questo, si è ritenuto necessario, dopo l’approvazione del Piano di Protezione Civile Comunale, di proporre questa iniziativa di informazione e di educazione nelle scuole primarie e in particolare alle IV° e V° classi elementari, esponendo a questi “attori” del domani, nella forma di una didattica elementare, anche attraverso delle slide video, i rischi del territorio comunale, illustrando agli stessi i punti di raccolta, di ricovero, le aree di sosta per i soccorsi esterni, le aree di tendopoli e le aree per eli-soccorsi previste nel piano di Protezione Comunale tutto ciò al fine di porli nelle condizioni di fornire risposte precise, individuali ed autonome per fronteggiare situazioni di emergenza in attesa dell’arrivo dei soccorritori professionali.
codice-rossoPrepararsi, affrontare l’emergenza e sapere come comportarsi in quei momenti è lo scopo di questi incontri nelle scuole.
Per questo motivo, riteniamo di illustrare ai nostri cittadini, a partire dal più’ piccolo al più grande “il comportamento” nei primi momenti dopo l’evento in modo che ciascuno sappia come comportarsi per mettersi in sicurezza, per ridurre al minimo i disagi provocati dall’evento, te per diventare “il primo operatore di Protezione Civile ” riuscendo ad aiutare se stesso e gli altri.
E’ nostra intenzione continuare, nel tempo, il discorso sulla formazione, comunicazione ed informazione ed aiutare ogni cittadino a svolgere al meglio il proprio ruolo di Protezione Civile in quanto riteniamo che gli attori di questo sistema, siamo proprio noi stessi, perché siamo noi che dobbiamo sapere vigilare, saper avvisare, e collaborare con i soccorritori, applicando all’istante la tecnica dell’Auto-Protezione, la quale nel suo insieme adotta tutte le misure ed i comportanti finalizzati alla salvaguardia dell’incolumità psicofisica dell’individuo nella contingenza di una minaccia o di un evento distruttivo.
E’ attraverso questo livello guidato, presentato con questa iniziativa dal Comando di Polizia Municipale di Atripalda, che si è ritenuto di svolgere una specifica esposizione rivolta, principalmente, alla cosiddetta “fascia debole” della popolazione alla conoscenza dei rischi e delle misure da adottare prima, durante e dopo l’evento distruttivo, informando tutti sulle modalità di avviso e di allarme previste dai Piani, sui percorsi d’evacuazione e sulle aree sicure dove si potrà trovare riparo.
Si punterà a far conoscere bene i rischi che possono interessare il territorio dove si vive, ad illustrare la segnaletica usata nella protezione civile, nonché a far conoscere ;
a) Le informazioni contenute nel Piano Comunale di Protezione Civile;
b) Le comunicazioni relative all’attività di previsione e prevenzione della Protezione Civile;
c) Le informazioni indirizzate ai cittadini dalla Protezione Civile quando un’emergenza è in atto.
Una serie di consigli che potranno contribuire a minimizzare i pericoli nelle situazioni di emergenza ed a proteggere, con più efficacia, se stessi e le proprie famiglie.
Al progetto parteciperanno i volontari della Misericordia di Atripalda ed i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile.
Aderiranno con una partecipazione attiva i seguenti operatori di P.M.
Carmine D’Agostino
Soccorso De Pascale
Sabino Picone
Nazareno Polcaro

Lo stesso progetto potrà essere portato in visione nelle Scuole dei Comuni appartenenti al C.O.M.
Con l’occasione, chi chiede alla S.V. il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

 
PROGRAMMA
Auditorium Scuola Elementare “E. De Amicis” di via Roma

27 Febbraio ore 10.00
Incontro con le Autorità della Città, i volontari della Misericordia di Atripalda ed i volontari del gruppo di Protezione Civile Comunale;
Presentazione del progetto, a cui seguirà la proiezione del film:
Il ricordo di ieri, la solidarietà e il volontariato della Città verso la popolazione dell’Abruzzo“.
01 Marzo ore 10.00
I lezione:
I Rischi, le fasi dell’emergenza, piano di Protezione Civile Comunale
03 Marzo ore 10.00
II lezione:
Rischio Sismico- L’emergenza, l’Autoprotezione- Comportamenti
05 Marzo ore 10.00
III° lezione:
Il rischio idrogeologico – industriale
Il piano di emergenza familiare – disabilità
Le istruzioni in caso di…
06 Marzo ore 10.00
Esame finale con quiz, ore 11.30 Prova di evacuazione

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Emergenza alimentare, ad Atripalda in arrivo poco meno di 86mila euro per le famiglie bisognose

Il governo, attraverso un’ordinanza della Protezione civile, ha messo a disposizione subito 400 milioni di euro da distribuire ai Comuni, Read more

Coronavirus, aggiornamento Campania: positivi 284, 62 nella giornata odierna. Al Moscati esaminati 14 tamponi

L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che nelle sessioni pomeridiane sono stati esaminati 167 tamponi presso il centro di Read more

Coronavirus, aggiornamento Campania: positivi 234, 12 nella giornata odierna

L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che da questa mattina sono stati esaminati 59 tamponi presso il centro di Read more

Emergenza caldo, ancora in allerta la Protezione Civile della Regione Campania

La Protezione Civile della Regione Campania è ancora in allerta per l’emergenza caldo. Altissimo il tasso di umidità (oltre il Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *