alpadesa
  
Flash news:   Due centraline anti smog ad Atripalda: la prima installata in via Roma da Idea e la seconda a Parco delle Acacie dall’Arpac su richiesta del Comune Tagliano la Variante nei pressi di un supermercato di Atripalda, sei automobilisti multati dalla Stradale Contrada Ischia, via libera dalla giunta Spagnuolo ai fondi per il campetto La Scandone vince lo scontro salvezza contro Monopoli Ritrovamento archeologico in via Appia, “Noi Atripalda” interroga il sindaco e la Soprintendenza Coronavirus, deceduta una paziente di 79 anni di Atripalda Genitori in piazza ad Atripalda per la didattica a distanza: «Chiediamo libertà di scelta». FOTO Danneggiamento di veicolo e possesso di oggetti atti ad offendere: 28enne atripaldese a processo  Ciclismo, Alfonso Alvino e la passione per la bici nell’Eco Evolution Bike Team L’Avellino batte il Bari 1-0

Il consigliere La Sala rassegna le dimissioni da vice commissario provinciale AdC

Pubblicato in data: 15/2/2010 alle ore:11:25 • Categoria: AdC, Politica

la-sala-in-aulaNella serata di ieri, in un sedicente esecutivo provinciale dell’AdC, clandestinamente convocato, e surrettiziamente rinviato a stamattina, sarebbero stati definiti ex post, criteri di candidature all’acqua pazza e candidature in brodo.
Contravvenendo a tutti gli accordi tra gentiluomini, alla base dell’intesa tra “Merito è Libertà” con Alleanza di Centro ed Europa Popolare.
A nulla sono servite signorilità, riserbo, pazienza. Hanno prevalso, invece, puerili e concordate fughe in avanti, messaggini ipocriti, venticelli e spifferi a mezzo stampa, in un partito che si candidava a realizzare la buona politica, ma che si è rivelato in Irpinia prigioniero di vecchie pratiche compromissorie e ricattucci di paese. Un partito…che non è mai veramente partito.
Ne prendiamo atto, con un po’ di delusione (in verità più sul piano umano, che su quello politico) che non scalfisce la linearità e la lealtà dei nostri comportamenti e tanto meno appanna la limpidezza delle nostre idee e del nostro progetto di qualità e meritocrazia.
Qualcuno, da qualche parte ha fatto ed ha lasciato fare…e i tre assi sono serviti solo per un mediocre gioco delle tre carte, al quale ovviamente ci siamo già sottratti. Gli auguriamo buona fortuna. Senza “Merito è Libertà”.

Raffaele La Sala

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *