alpadesa
  
Flash news:   Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza

L’Udc di Atripalda ha incontrato la candidata al consiglio regionale Enza Ambrosone

Pubblicato in data: 22/2/2010 alle ore:11:54 • Categoria: Politica, UdcStampa Articolo

logoudc_2008Il 15 febbraio scorso, presso la Sezione dell’Udc di Atripalda, si è tenuto un incontro elettorale con la candidata Udc al Consiglio regionale, Enza Ambrosone. Registriamo con assoluto piacere che la sala era gremita e che l’uditorio è stato particolarmente attento ai numerosi interventi, tutti di ottimo spessore caratterizzati da spunti e riflessioni che di volta in volta sono stati sottoposti all’attenzione della gradita ospite nonché candidata. Ha aperto i lavori, Ersilia Picariello, membro del comitato di reggenza, con una disamina chiara, puntuale e coinvolgente dell’attuale situazione politica che vive la regione Campania, vista attraverso l’ottica di una donna impegnata nel lavoro nel difficile ruolo di madre e di moglie, consapevole delle innumerevoli difficoltà che vive l’universo giovanile, stretto nella morsa della droga e della difficile collocazione nel mondo del lavoro. Ha fatto, come si suol dire, gli onori di casa facendo omaggio alla candidata anche di un bellissimo bouquet di rose.
E’ successivamente intervenuto il consigliere comunale, Paolo Spagnuolo, anch’egli molto puntuale e preciso sul ruolo che l’Udc intende svolgere come partito di centro e come soggetto politico capace di attrarre e catalizzare le istanze dei moderati e dei cattolici. Ha tracciato, inoltre, il profilo politico di Enza Ambrosone, con esperienza di lungo corso maturata in seno al Consiglio comunale di Avellino ove ha ricoperto il ruolo di capogruppo, di assessore e di vice sindaco, partendo dalla DC, proseguendo nei Popolari e nella Margherita con un breve periodo nel PD per poi approdare nelle fila dell’Udc. Dopo di che ha preso la parola la candidata la quale ha toccato con maestria tutte le tematiche afferenti alla politica regionale, con particolare attenzione al ruolo della donna che può essere protagonista al pari dell’uomo della vita amministrativa a qualsiasi livello.
Ha sottolineato, inoltre, la evidente discrepanza a livello di rappresentanza tra le aree metropolitane e le zone interne, laddove le prime esprimono ben sessanta consiglieri su ottanta, lasciando le briciole alla province di Avellino e Benevento, quest’ultima, addirittura più volte assente nel consesso regionale. Ha anche evidenziato la chiara disparità di trattamento riservata alla nostra provincia in relazione alla destinazione delle risorse e dei fondi per la realizzazione delle opere infrastrutturali, vitali per il rilancio e lo sviluppo delle nostre zone. Ha tratteggiato, inoltre, con efficace capacità di sintesi lo scottante problema legato all’esodo dei giovani studenti irpini, costretti ad abbandonare i paesi di origine per la nota carenza dei mezzi di trasporto e di comunicazione, costringendo i propri genitori a gravarsi di spese a volte insostenibili per i propri bilanci familiari. In chiusura ha ringraziato i presenti per la calorosa ospitalità e soprattutto Ersilia Picariello per la sobria ed al tempo stesso incisiva presentazione.
A seguire l’intervento del dottor Gerardo Capaldo incentrato sul nuovo sistema elettorale e sulla bontà della presenza delle cosiddette quote rosa in lista, senza dubbio, portatrici di valori e di certezze nel variegato panorama politico nazionale e regionale.
Successivo intervento di Flavio Pascarosa, componente del comitato di reggenza, il quale riallacciandosi ai temi trattati dalla candidata, ha rimarcato il progressivo decadimento delle zone interne, segnate da un costante depauperamento del sostrato socio – culturale connesso al pervasivo stillicidio dell’abbandono da parte dei giovani delle proprie comunità, dalla costante erosione del reddito pro-capite generato dalla costante perdita di posti di lavoro e dal forte rigurgito del fenomeno dell’emigrazione.
Ulteriore intervento di Santino Barile imperniato sulla doverosa valorizzazione delle risorse irpine in special modo di quelle idriche, patrimonio di assoluto valore e sull’attenzione da volgere verso il patrimonio artistico, storico ed architettonico che dovrebbe fungere da volano per la realizzazione di percorsi di grande interesse turistico ed enogastronomico. Considerazioni basate sul ruolo di presidente dell’Ept di Avellino, carica ricoperta con risultati prestigiosi ed unanimemente riconosciuti.
Ultimo intervento con il quale si è chiusa la interessantissima serata è stato di Marciano Casale, anch’egli membro del comitato di reggenza. L’amico Marciano è un appassionato e sanguigno sostenitore di valori forti con trascorsi di amministratore del comune di Taurasi, suo paese d’origine, cultore di antiche tradizioni popolari, ben radicato culturalmente, orgoglioso come del resto tutti noi di essere figlio d’Irpinia, terra aspra e fiera, ma, capace di forti slanci, terra di uomini onesti, laboriosi e tenaci, terra che ha dato i natali a tanti uomini illustri come, Francesco De Sanctis, Guido Dorso, Francesco Tedesco e tanti altri che hanno a vario titolo contribuito al riscatto delle nostre terre.
Pertanto, la neonata sezione Udc di Atripalda attraverso gli innanzi citati interventi ed a nome di tutti gli iscritti ed i simpatizzanti chiede e rivendica con fermezza il recupero ed il rilancio d’Irpinia e della nostra Atripalda in particolare. Saremo schierati senza remore e senza riserve mentali al fianco di chi vorrà condividere le nostre istanze e le nostre ragioni. Vogliamo ridare speranza e fiducia ai nostri giovani affinché con l’aiuto delle Istituzioni preposte possano ritrovare le ragioni del proprio essere e le giuste motivazioni per radicarsi con forza nelle comunità di appartenenza.
Un plauso particolare va all’amico, Mimmo Del Gaizo, per l’impareggiabile preparazione della serata anche per la cura dell’aspetto scenografico. Un caloroso ed affettuoso saluto va anche al Cavaliere Marena, assente per motivi di salute, al quale auguriamo di tornar ben presto a svolgere il proprio insostituibile ed inossidabile ruolo di jolly.

La Sezione Udc di Atripalda

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *