alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi

Al via sabato i corsi di formazione nelle scuole sulla Protezione Civile

Pubblicato in data: 23/2/2010 alle ore:02:00 • Categoria: ComuneStampa Articolo

scuola-elementare-via-roma1Al via il corso di informazione e di educazione sulla Protezione civile nelle scuole primarie di Atripalda, per le classi IV e V elementari. L’iniziativa partirà sabato 27 febbraio nell’auditorium della scuola elementare De Amicis di via Roma. Alle ore 9,30 ci sarà l’incontro con il Sindaco Aldo Laurenzano, l’assessore delegato alla Protezione civile Maurizio De Vinco, il presidente della Misericordia Enzo Aquino, i volontari dei due corpi e gli agenti di Polizia Municipale. Nel primo giorno sarà presentato il progetto “Codice Rosso” e, a seguire, sarà proiettato il film “Il ricordo di ieri, la solidarietà e il volontariato della città verso la popolazione dell’Abruzzo“.

Il programma prevede poi tre lezioni specifiche e un esame finale con quiz a cui seguirà una prova di evacuazione. I volontari illustreranno agli studenti il “comportamento” da seguire nei primi momenti dopo l’evento di emergenza, in modo che ognuno sappia come comportarsi per ridurre al minimo io disagi e i rischi per la propria incolumità. «Si tratta di un’iniziativa di fondamentale importanza per la nostra cittadina – spiega il sindaco – il compito degli amministratori è proprio quello di offrire strumenti e conoscenze ai cittadini e alle giovani generazioni per affrontare possibili situazioni di emergenza, come terremoti, alluvioni e dissesti idrogeologici». Molto soddisfatto anche l’assessore delegato Maurizio De Vinco: «Voglio sottolineare il grande lavoro che è stato svolto da vigili urbani, Misericordia e Protezione civile per preparare questo corso che segue l’approvazione del Pec (Piano di Emergenza Comunale), strumento fondamentale di formazione per affrontare al meglio le emergenze e le calamità del nostro territorio. Faccio i migliori auguri, quindi, ai volontari che stanno dimostrando tutto il loro valore, grazie all’impegno, alla dedizione e, ovviamente, al lavoro quotidiano. Ringrazio personalmente gli agenti di Polizia Municipale Carmine D’Agostino, Soccorso De Pascale, Sabino Picone e Nazareno Polcaro, il coordinatore della Protezione civile atripaldese Antonio Quatrano e il Presidente della Misericordia Enzo Aquino».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *