alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, i positivi in Campania sono 3.344 Coronavirus, trend costante in discesa in Irpinia: 1 solo caso oggi, a Teora. I contagiati sono 374 All’Azienda “Moscati” un container speciale per la sicurezza degli operatori del 118 dell’Asl e una nuova Tac per le attività nella Palazzina Alpi Coronavirus, scende il numero di morti: 542 rispetto a ieri Coronavirus, guarita e dimessa la prima contagiata di Atripalda Coronavirus, il gruppo consiliare “Noi Atripalda”: “chiarezza sulla distribuzione dei pacchi alimentari” Ciclismo, un altro pupillo doc dell’A.S.Civitas-ProfumeriaLucia: Carmine Iantosca Coronavirus, consegnati i primi kit per la diagnosi veloce del virus. Il medico Gerardo Piscopo: “primo screening sulle persone più esposte”. FOTO Addio a Maurizio Zito, tra gli architetti più creativi della Campania Coronavirus, in Campania sono 120 i positivi oggi: i tamponi sono stati 2.005. In totale i contagiati sono 3.268

Prima assemblea pubblica del Comitato di c.da Novesoldi, c.da Spagnola e via Appia

Pubblicato in data: 25/2/2010 alle ore:14:00 • Categoria: Attualità, Video intervisteStampa Articolo

comitato novesoldi-spagnola-appia1Il Comitato di Quartiere di Contrada Novesoldi, Contrada Spagnola e Via Appia ha avviato le attività per il nuovo anno all’insegna del dialogo con i cittadini. Ieri sera il Presidente Antonio Landolfi e la Segretaria Filomena De Simone hanno incontrato in un’assemblea pubblica nell’ex sala Consiliare della Biblioteca Comunale di Atripalda cittadini e amministratori. Circa una trentina i residenti della zona d’interesse del comitato che sono intervenuti alla riunione discutendo dei problemi più urgenti che riguardano le contrade Novesoldi e Spagnola e via Appia. Presente della comitato novesoldi-spagnola-appia2maggioranza comunale solo il vicesindaco Enzo Aquino, tra i membri dell’opposizione Antonio Prezioso, Tonino Acerra, Lello La Sala e Paolo Spagnuolo. «Lo scopo della riunione – dice Filomena De Simone – è quello di creare un dialogo costante e proficuo con le istituzioni locali in modo da poter collaborare nella programmazione e nella realizzazione di tutte le azioni volte al miglioramento della vivibilità delle nostre contrade». Il presidente del comitato Landolfi si dice soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora. In due mesi di attività il comitato ha, infatti, coinvolto numerosi cittadini e sottoposto all’attenzione degli amministratori i problemi comitato novesoldi-spagnola-appia3evidenziati, primi tra tutti quelli legati alla viabilità e alla sicurezza delle strade cittadine. «Concordo con quanto ho appreso dall’incontro con i membri del comitato – commenta il vicesindaco Enzo Aquino, assessore delegato al traffico – il problema della viabilità di via Appia è a nostra cura. Dal 2007 è partito il progetto d’intervento, dalla riqualificazione dei marciapiedi, alla transitabiltà, ai percorsi pedonali protetti. In particolare per quanto riguarda la questione marciapiedi abbiamo approvato l’accordo con Armerini e Corcione per l’arretramento di 1,20 m del percorso pedonale». La Stapa Cepica, ente comitato novesoldi-spagnola-appia4regionale che sovrintende la difesa del patrimonio ambientale e boschivo, fatto un censimento sui platani, evidenziando per cinque di essi il cancro colorato: due nei pressi del cavalcavia e uno nelle vicinanze del liceo De Caprariis.
A fine settimana AtripaldaNews presenterà uno speciale video sulla prima assemblea pubblica del comitato.

comitato novesoldi-spagnola-appia5

Regia di Piersabino Nazzaro. [flv image=”https://www.atripaldanews.it/video/comitato appia 27 febbraio 2010.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/comitato appia 27 febbraio 2010.flv[/flv]
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *