alpadesa
  
Flash news:   La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire

Al via al Cfs di Atripalda il corso gratuito per Energy Manager

Pubblicato in data: 8/3/2010 alle ore:10:04 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

centro-formazione-sicurezzaTecniche per la realizzazione del risparmio energetico“, è il titolo del corso che si terrà, presso la sede del Centro Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Avellino con sede ad Atripalda, a partire da lunedì 15 marzo. Promosso dall’Ente paritetico irpino, la formazione specialistica, erogata in forma gratuita, si rivolge a tutti i dipendenti con funzioni amministrative e tecniche delle Pmi edili, agli imprenditori edili ed ai liberi professionisti.
Della durata totale di 20 ore per 4 lezioni complessive, che termineranno mercoledì 7 aprile, la didattica affronta varie tematiche di studio: tecniche e tecnologie per il risparmio energetico in edilizia, strumenti e tecniche per il calcolo del risparmio energetico in edilizia (analisi costi-benefici), incentivi e finanziamenti pubblici per il risparmio energetico in edilizia. “Il risparmio energetico – sottolinea Giovanni Solimene, direttore del Cfs irpino- rappresenta ad oggi, non solo per motivi prettamente finanziari, uno dei settori economici più interessanti. La presenza di trasformazioni energetiche in tutte le attività umane lo rende talmente vasto tecnicamente che è necessario definirne i limiti di indagine al caso specifico. In particolare nei settori produttivi è corretto parlare della figura di energy management“.
Grande interesse ad oggi riveste, infatti, l’energy manegement per il settore edile dove nuove tecnologie e materiali, uniti ad un ventaglio ampio di finanziamenti pubblici ad essi collegati, aprono nuovi orizzonti economici, oltre che perseguire un miglioramento ambientale.
Per il comparto edile, da sempre in continua evoluzione per materiali e tecniche, di cui si necessita una formazione continua, anche l’energy management – continua il direttore Solimene – esige un aggiornamento formativo essenziale per gli operatori del settore al fine di far loro acquisire in maniera completa sia le grandi opportunità presenti nel mercato, che scaturiscono dalle nuove possibili tecniche e tecnologiche, ma anche i meccanismi e strumenti economici-burocratici in vigore presso le Pubbliche Amministrazioni“.
Il modello per le iscrizioni al corso è disponibile sul sito www.cfsedilizia.av.it.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *