- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Gela batte Euroform in casa ma la lotta ai play off continua

euroform_eurotecEUROFORM ATRIPALDA 2
EUROTEC GELA 3

Progressione set (21-25/25-16/19-25/25-22/14-16)

Tensione, scintille e spettacolo. Non è mancato praticamente nulla in due ore e un minuto di gioco. A fine gara parità nei punti (104-104) ma l’Eurotec al tie break espugna ai vantaggi il campo atripaldese anche grazie ad un Martinengo super: l’opposto siciliano fa segnare a referto 34 punti, un terzo dello score totale.

La sconfitta allontana l’Euroform dalla vetta che ora bada esclusivamente a consolidare la posizione play off nelle sette gare che mancano al termine della stagione. La settimana di sosta imposta dal calendario servirà a recuperare al meglio tutti gli acciaccati, a cominciare dal palleggiatore Antonio Libraro sceso in campo stoicamente contro Gela nonostante una fastidiosa influenza.

Finisce 2-3 (21- 25 / 25- 16 / 19 – 25 / 25 – 22 / 14 – 16) fra gli applausi di un pubblico da record, circa 400 spettatori assiepati sugli spalti, a testimonianza di una grande fame di volley, peccato per la capienza limitata dell’impianto che non è riuscito a contenere agevolmente tutti.

La partita è stata molto equilibrata nonostante sia stata giocata dalle due formazioni a corrente alternata. La tensione in casa Euroform gioca un brutto scherzo in avvio, Gela guadagna subito cinque punti di vantaggio che chiude cassaforte fino alla fine grazie a Kindgard sapiente dispensatore di palloni (21-25).

classifica1Nel secondo set s’invertono le parti e Atripalda pareggia in scioltezza. Draghici da il là, Cuomo mura e segna (25-16). Di nuovo nel terzo set è Gela a spingere con Belardi, biancoblu atripaldesi poco precisi in ricezione nonostante una discreta prova del libero Calero in questo fondamentale, Martinengo inizia incontrastato il suo personale show (19-25).
Nel quarto set Bassi firma veloci a ripetizione, Marolda recupera tutte le energie e scuote i suoi nel momento più difficile: un break che vale oro arriva dopo il 15-16 del secondo riposo; Piccioni e Lovato sostengono la ricezione ma non la difesa nissena che cede ai colpi di Roberti e Draghci, l’allungo decisivo è ancora nel finale (25-22).
Si va alla lotteria del quinto gioco, punto a punto fino al primo match point per Gela 13-14 annullato da Draghici che poco dopo non riesce a bissare il muro e Martinengo trova il mani out della vittoria con lieve suspense per la decisione del primo arbitro di assegnare punto ad Atripalda per un tocco dello stesso Martinengo dichiarato inesistente dal secondo direttore di gara.
Vittoria merita per Gela, la giusta dose di delusione per l’Euroform chiamata subito a guardare avanti, anzi indietro, alle inseguitrici in lotta per un posto play off. Riposo imposto dal calendario e fra quindici giorni arriva l’Ortona.

TABELLINO
EUROFORM ATRIPALDA

Calero (L), Draghici 18, Amodeo, Capaldo, Zaccaria ne, Cuomo 11, Marolda 12, Libraro 2, Losco ne, Roberti 15, Bassi 12. All: Marolda.

EUROTEC GELA
Zaccareo Ne, Di Grazia Ne, Maccarone ne, Vitale ne, Lovato 7, Kindgard 4, Manuilov 6, Rizzo (L), Piccioni 13, Belardi 9, Giuffrida, Martinengo 34. All: Rifelli.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: