alpadesa
  
domenica 31 maggio 2020
Flash news:   Polemiche movida avellinese, don Fabio si rivolge agli assenti: “grazie per essere giovani di senso” Coronavirus, contagi sotto quota 400 e le vittime scendono a 75 in 24 ore Movida ad Avellino, “IDEA Atripalda“ contro il sindaco Gianluca Festa: “chieda scusa e si dimetta” «Atripalda la città dei Mercanti», presentato ieri in Comune il video pormozionale. Il sindaco: “ripartiamo uniti accogliendo le persone che vengono da fuori in tutta sicurezza”. FOTO “Oggi è il tuo nome, auguri Antonello” dallo zio Gabriele De Masi Coronavirus, su 190 tamponi effettuati in Irpinia un solo caso positivo: è di Prata P.U. Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111 «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una

Bagno di folla per la XIV edizione della Via Crucis in città. Guarda il Fotoservizio e lo Speciale Video

Pubblicato in data: 3/4/2010 alle ore:16:56 • Categoria: Cultura, Video interviste

enrico-giovino

Grande successo per la rievocazione storico-religiosa della passione di Cristo organizzata dall’Associazione Pro Loco di Atripalda. La messa in scena dell’evento è stata affidata alla regia di Lucio Mazza , le recitazioni sono della Compagnia Teatrale del Clan H di Avellino e la Direzione di Palco è opera di Maurizio Iannino. Un progetto culturale e di recupero delle nostre antiche tradizioni che da quasi quindici anni vede la collaborazione della struttura artistica di Lucio e Salvatore Mazza (nella foto) sulla base di un copione redatto per la circostanza dal giudice irpino Claudio Mattia Zarrella. Oltre gli abili interpreti del Clan H, Enrico Giovino (nella foto), nel ruolo ormai consolidato di Gesù di Nazareth, tanti sono stati i partecipanti con i loro costumi d’epoca, assente quest’anno il sindaco Aldo Laurenzano nella parte del Cireneo. 
via-crucis-12La processione è partita dalla Chiesa Madre di Sant’Ippolisto e si è poi spostata lungo le vie del centro storico fino ad arrivare alla ripida salita che porta alla collina di San Pasquale. Qui la tragedia ha avuto il suo epilogo con l’emozionante crocifissione del Cristo accanto ai due ladroni ed infine la solenne deposizione del Nostro Redentore accompagnato, novità di quest’anno, da nove piccoli angioletti.

via-crucis-15

via-crucis-13via-crucis-17

Regia di Piersabino Nazzaro. [flv image=”https://www.atripaldanews.it/video/via crucis 2 aprile 20100.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/via crucis 2 aprile 2010.flv[/flv]
Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Via Crucis, grande attesa per la XXIII edizione di domani sera

Con il Triduo Pasquale continuano le celebrazioni previste dal programma de “I Riti della Settimana Santa”, organizzati in sinergia con Read more

Via Crucis, dopo 37 anni stasera rivivrà la figura dell’incappucciato con Enrico Giovino: «in memoria e per volere di papà». La Crocifissione di Gesù interpretata dal figlio Pellegrino. FOTO

Ritorna stasera un pezzo di storia della Via Crucis Atripaldese. Dopo trentasette anni  si ripete la devozione dell’Incappucciato di Capo Read more

Vent’anni di “Via Crucis”, convegno a Palazzo di Città per celebrarne storia e tradizione

Elì, Elì Lemà Sabachtanì? Via Crucis: storia, immagini e testimonianze di una tradizione. È con questo titolo che la Pro Read more

“Elì Elì Lemà Sabachtanì”, tutto pronto per la storica Via Crucis del Venerdì Santo nel centro storico

Venerdì 3 Aprile avrà luogo la XIX° edizione della Via Crucis nel Centro Storico: una delle tradizioni più sentite dalla Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *