alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri» Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto Riparte il “Farmer Market” ad Atripalda: ieri mattina primo appuntamento dopo mesi di stop. L’assessore Musto: “mercatino in sicurezza”. Foto Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532

Comune, deleghe alla Cultura: la precisazione dell’assessore Giacomo Foschi

Pubblicato in data: 11/4/2010 alle ore:08:23 • Categoria: Attualità, Cultura

giacomo foschiCaro Direttore,
mi capita spesso di leggere tra i commenti agli articoli del tuo AtripaldaNews, di presunte deleghe alla Cultura che avrei posseduto in tempi o date imprecisate. Non so cosa abbia suscitato tale equivoco, probabilmente  il fatto che in qualche evento sono stato presente da solo senza la compagnia del Sindaco, che dall’epoca del famoso rimpasto del settembre scorso ha detenuto ininterrottamente tale delega. Confesso che l’Assessore al Turismo in questo paese per tradizione ormai consolidata “sconfina” in terreni non proprio di sua competenza: Giullarte ad esempio, è un evento culturale, ma che viene “per tradizione” organizzato dall’Assessore al Turismo. Questa è sicuramente un’anomalia che cercheremo di sanare, non per rispondere alle purtroppo inevitabili strumentalizzazioni (vedi questione Dogana), ma per precisare, se possibile, quelle che sono le vere competenze di un Assessore. La delega al Turismo, ad esempio, prevede che il consigliere delegato si occupi di creare stabilmente le condizioni ottimali affinché gli eventi pensati ed organizzati dall’Assessore alla Cultura siano visitati dal maggior numero di persone.
Quindi si dovrebbe preoccupare della pubblicità, della ricezione alberghiera, della viabilità (non deve sembrare strano che fare turismo senza parcheggi o isole pedonali sia impossibile); dovrebbe promuovere l’apertura dei siti archeologici, la loro fruibilità, l’apertura di chiese in orari non “canonici” (capita spesso che turisti provenienti da fuori regione trovino lo “Specus Martyrum” chiuso); dovrebbe promuovere l’uso della Dogana dei Grani …
Se non fossimo stati travolti dall’immane lavoro di riordino del bilancio, che a cascata ha comportato l’adozione di tutta una serie di provvedimenti, vedi il nuovo bando per la gestione delle strutture sportive, modifiche delle modalità di utenza del trasporto scolastico e della mensa scolastica, riordino della viabilità con il nuovo piano parcheggi, tanto per citarne qualcuna, mi sarei dedicato sicuramente a quanto sopra ricordato. Conto di farlo a breve. Se nel frattempo dovessi presiedere da solo a qualche evento culturale spero che i tuoi lettori non si impressionino troppo: al massimo avrò dato una mano…

Cordialmente

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Torna stasera “Giullarte” tra le vie del centro storico

Tutto pronto per la XV edizione di Giullarte, il Festival Internazionale Artisti di strada e mestieri. La famosa kermesse atripaldese Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *