alpadesa
  
Flash news:   Formaggeria in fiamme, parlano il sindaco e l’assessore al Commercio. Spagnuolo: «Ci dispiace per quanto successo, esprimiamo grande solidarietà al titolare. Atripalda è una realtà sana, attendiamo l’esito delle indagini». Foto L’Avellino espugna Monopoli: quarta vittoria consecutiva Fiamme alla formaggeria “Fior di bontà” di Atripalda: si segue la pista dolosa. Il giovane titolare Luca: «Non mi arrendo di certo e tra cinque o sei giorni riapriremo». Foto Nuovo Terminal Bus ad Avellino da questa mattina nel piazzale dello stadio Partenio-Lombardi “Christmas Shopping” domani in via Roma ad Atripalda: artisti di strada, Villaggio di Babbo Natale e Street food Negozio in fiamme nella notte lungo via Fiume ad Atripalda: indagano i Carabinieri Prima vittoria in Appello per il Comune di Atripalda sulle multe da autovelox installato lungo la Variante Maltempo, chiuso di nuovo ponte delle Filande Natale 2019, domani seconda Notte Bianca in piazza Umberto e via Manfredi. Foto Us Avellino, pagati gli stipendi ai tesserati

Il sindaco Laurenzano a Labico per la cerimonia dedicata al capitano Raffaele Aversa

Pubblicato in data: 12/4/2010 alle ore:15:41 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

laurenzano-e-giordaniAtripalda e Labico ricordano insieme il capitano dei carabinieri Raffaele Aversa, eroe della seconda guerra mondiale, trucidato alle fosse Ardeatine. Il sindaco di Atripalda Aldo Laurenzano è stato ospite dell’Amministrazione comunale di Labico (comune in provincia di Roma, dove il capitano Aversa è nato) che ha intitolato il piazzale antistante la stazione ferroviaria all’eroe dei carabinieri. «Abbiamo invitato il sindaco Laurenzano e siamo onorati di averlo nostro ospite in questa manifestazione così importate per la città di Labico – ha detto il sindaco Andrea Giordani, nel corso del suo intervento – abbiamo voluto onorare la memoria di Aversa, dedicandogli lo spiazzale dove c’era la di-rito-polcarosua abitazione e, ovviamente, abbiamo fortemente voluto il primo cittadino della città dove il capitano ha trascorso un periodo fondamentale della sua vita». Il sindaco Giordani ha donato alla città di Atripalda una copia dell’estratto del certificato di nascita del capitano Aversa e una targa celebrativa della manifestazione. «L’idea del sindaco Giordani mi ha entusiasmato sin dal primo momento, quando mi fu inviata la delibera di Giunta con la quale si invitava il sindaco di Atripalda alla manifestazione dell’11 aprile. L’Amministrazione comunale di Labico ci ha permesso di onorare la memoria di uno dei nostri eroi e non dimenticare targa-aversale sue gesta – ha detto il sindaco Laurenzano – e anche la presenza di Raffaele Raimondi, nipote diretto del capitano e nostro dipendente comunale, è stato motivo di orgoglio personale e soddisfazione infinita». E proprio Raffaele Raimondi ha voluto ringraziare pubblicamente Labico per l’invito e per la cerimonia di intitolazione. Il sindaco Laurenzano ha donato una copia della foto di Aversa esposta nell’aula consiliare del Comune, una targa commemorativa e una copia del documento del 7 luglio 1944 del maggiore Romolo Guercio che descrive gli ultimi giorni di vita del capitano. La manifestazione ha visto la presenza della banda musicale dell’Arma dei Carabinieri. «E’ mia intenzione esporre l’estratto del certificato di nascita del capitano Raffaele Aversa nella nostra aula consiliare, al fianco della foto del coraggioso capitano – ha detto il sindaco Laurenzano – si tratta di un dono di eccezionale pregio e valore storico per la comunità atripaldese, del quale ringrazio il sindaco Giordani per la sua disponibilità e ospitalità».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *