alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino

Piazza Umberto I diventa area pedonale urbana

Pubblicato in data: 20/4/2010 alle ore:15:33 • Categoria: ComuneStampa Articolo

piazza-umberto-i1Piazza Umberto I (foto) diventa area pedonale urbana.
Nuove regole in arrivo per disciplinare la fruizione dello slargo principe della cittadina del Sabato. Un lunga serie di divieti per garantire una maggiore tranquillità a tutti i fruitori.
Si và dal carico e scarico delle merci nell’area urbana al divieto del transito ad automobili.
A fissarsi due ordinanze del neo comandante della Polizia Municipale, il tenente Sabino Parziale. La prima ordinanza istituisce un’area pedonale urbana su piazza Umberto I, nell’area che si estende dal Bar «Dulcis In furno» al bar «Italia»: sarà vietato il transito delle automobili, derogando all’obbligo del divieto di circolazione i veicoli per le operazioni di carico e scarico delle merci dalle ore 8,30 alle ore 9,30 e dalle ore 15,30 alle 17,30, ai mezzi delle forze di polizia e di pronto soccorso, alle categorie di persone diversamente abili ed espressamente autorizzati dal comando di Polizia municipale.
L’ordinanza stabilisce anche una serie di divieti per i pedoni, al fine di tutelare gli spazi comuni e non arrecare fastidi ai cittadini. Lo scopo in questo caso è quello di preservare l’arredo urbano, le aiuole e i fiori che contengono e la fontana posta nei pressi del monumento ai caduti, sanzionando chi dovesse gettare pietre e detriti nell’acqua della stessa fontana o chi deturpa fiori e alberi, strappando rami e foglie. Sarà perciò vietato giocare con la palla, calpestare le aiuole, sdraiarsi sulle panchine e gettare rifiuti nella fontana. Una lunga serie di divieti mirati quindi a tutelare la tranquillità e la sicurezza dei cittadini e a preservare gli spazi pubblici del centro città.
L’ordinanza relativa al carico e scarico delle merci stabilisce delle fasce orarie nel corso delle quali è possibile effettuare le operazioni e, in particolare, dalle 9,00 alle 11,00, dalle 14,30 alle 17,30 e dalle 20,30 alle 7,45.
Una regolamentazione dettata dall’alta presenza di esserci commerciali che gravitano, maggiormente, nell’area urbana e dalla circolazione di veicoli adibiti al carico-scarico delle merci che, con soste molto lunghe, creano spesso intralci e disagi alla libera circolazione veicolare.
Ai trasgressori applicate sanzioni previste dal Codice della Strada e dal vigente regolamento di Polizia Municipale. Compito invece dell’Ufficio tecnico comunale sarà quello di predisporre la segnaletica che informi su tali ordinanze.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *