alpadesa
  
domenica 31 maggio 2020
Flash news:   Polemiche movida avellinese, don Fabio si rivolge agli assenti: “grazie per essere giovani di senso” Coronavirus, contagi sotto quota 400 e le vittime scendono a 75 in 24 ore Movida ad Avellino, “IDEA Atripalda“ contro il sindaco Gianluca Festa: “chieda scusa e si dimetta” «Atripalda la città dei Mercanti», presentato ieri in Comune il video pormozionale. Il sindaco: “ripartiamo uniti accogliendo le persone che vengono da fuori in tutta sicurezza”. FOTO “Oggi è il tuo nome, auguri Antonello” dallo zio Gabriele De Masi Coronavirus, su 190 tamponi effettuati in Irpinia un solo caso positivo: è di Prata P.U. Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111 «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una

L’Avellino ancora corsaro: vittoria di misura con l’Acicatena

Pubblicato in data: 25/4/2010 alle ore:20:01 • Categoria: Avellino Calcio

avellino12Acicatena: Caruso, Daidone, Capriglione (1′ st Femiano F, ), Tringali, Costanzo, Platania, Regalino (34′ st Brian), Cosenza, Manca (29′ st Pavone), Abbate, Roccazzella. A disp.: Sanfilippo, Femiano A., Aleo, Barbagallo. All. Tosto.

Avellino: Apuzzo, Serao, Puleo, Patti, Moreno Esposito, Emmanuele Esposito (17′ st Claudio Esposito), Viscido (16′ st Licciardi), D’Angelo, D’Isanto, Majella, Biancone (30′ st Romano). A disp.:  Giordani, De Angelis, Fanelli, Moscarino. All. Marra.

Arbitro: Matteo Valente di Roma1; assistenti Nazzareno Manco di Vibo Valentia ed Agostino Maiorano di Rossano Calabro.

Marcatore: Al 25′ Rosario Majella (Avellino).

Ammoniti: Roccazzella (Aci), Majella (Ave), Tringali (Ave), Serao (Ave), Cosenza (Aci), Regalino (Aci).

Angoli: 8 a 0 per l’Avellino.

Recupero: 3′ pt; 3′ St.

Note: Partita a porte chiuse sul campo neutro “Eugenio Tarsitano” di Paola per la squalifica del terreno di gioco dei siciliani. Espulsi al 47′ del Primo Tempo un dirigente accompagnatore dell’Acicatena. Al 56′ espulso Tringali dell’Acicatena per doppia ammonizione; Al 71′ espulso Roccazzella per doppia ammonizione.

Cronaca della gara di Ottavio Picardi:

La partita inizia con tredici minuti di ritardo, a causa di una buca nel terreno di gioco.

Al 5′ Punizione per l’Avellino dal limite dell’area Catenota: D’Angelo serve Patti che va alla conclusione, la sfera viene deviata in angolo da un difensore di casa.

Al 6′ DOPPIO intervento Miracoloso del portiere Caruso su tiro a botta sicura di Majella da posizione ravvicinata. Ed in precedenza su Biancone.

Al 10′ Grande tiro di Moreno Esposito ancora una volta Caruso si oppone e mette in angolo. L’Avellino cerca di sbloccare il risultato, corner battuto da Emmanuele Esposito al centro, colpo di testa di Patti in mischia, palla deviata in angolo.

Al 15′ D’Isanto mette al centro una palla per Biancone, ma l’attaccante viene anticipato.

Al 18′ Majella subisce fallo prima dell’ingresso in area di rigore, ma viene ammonito per simulazione.

Al 23′ colpo di testa debole di Biancone, senza esito.

Al 25′ Avellino in vantaggio con Majella. D’Angelo recupera palla e serve Majella che va alla conclusione, la sfera molto angolata finisce là dove il portiere Caruso non può arrivare e gonfia la rete tra la gioia dei giocatori e dirigenti irpini. Per Rosario Majella è l’ottavo centro stagionale con la maglia biancoverde in questo campionato.

Al 26′ l’Avellino potrebbe raddoppiare se la dea Bendata non voltasse le spalle agli Irpini. Cross di capitan Puleo, Serao in posizione favorevole manda incredibilmente sul fondo.

Al 33′ bel fraseggio tra Biancone e Majella, quest’ultimo viene chiuso dal portiere Caruso in uscita.

Al 39′ l’Acicatena tenta una reazione con Manca ma la difesa avellinese è attenta.

Al 41′ Fiondata da fuori di D’Angelo, palla deviata in angolo.

Al 42′ Apuzzo para su Abbate senza patemi d’animo

Al 43′ Calcio piazzato dal limite per l’Avellino conquistato da Emmanuele Esposito. Prova a piazzarla Majella: conclusione fuori di poco a portiere spiazzato.

Al 43′ Punizione per l’Avellino per un fallo ai danni di Emmanuele Esposito, atterrato al limite dell’area biancorossa. La punizione la calcia Majella, ma la palla va a fare la barba al palo e termina fuori.

Al 45′ Serao commette fallo da ultimo uomo su Regalino lanciato a rete: il signor Valente lo ammonisce soltanto, graziando il giocatore biancoverde.

Dopo tre minuti tutti negli spogliatoi.

Secondo Tempo.

Al 52′ l’Avellino cerca di raddoppiare in contropiede, ma la retroguardia di casa è ben vigile. C’è un cross di Majella, il portiere Caruso blocca la sfera.

Al 55′ I lupi in contropiede con Emmanuele Esposito che da palla per D’Isanto, finta di quest’ultimo e serve la sfera per Majella: conclusione a botta sicura, superlativo Caruso che respinge la palla.

Acicatena in dieci uomini per l’espulsione per doppia ammonizione del giocatore di casa Tringali per fallo su Moreno Esposito.

Al 56′ ci prova D’Isanto, il suo tiro viene respinto da un difensore.

Al 66′ Conclusione di Roccazzella, palla abbondantemente sul fondo.

Al 67′ rete dubbia annullata ai Lupi per fuorigioco di Majella. Bel tiro dalla distanza di Claudio Esposito, respinto dal portiere biancorosso Caruso, Majella si avventa sulla palla e mette in rete. L’arbitro Valente di Roma annulla.

Al 70′ l’Acicatena in attacco con Manca, conclusione dell’attaccante biancorosso, ma Apuzzo si dimostra un ottimo portiere respingendo il tiro.

Al 72′ Acicatena resta in nove uomini, doppia ammonizione a Roccazzella per proteste.

Al 78′ Licciardi per Majella, l’attaccante irpino effettua una rovesciata, ancora una volta il portiere di casa Caruso dice di no.

All’82’ “Cobra” Romano di un niente non raddoppia, sarebbe stato l’apoteosi. Il bomber stoppa di petto e fa partire un tiro potente, la palla per ironia della sorte va a stamparsi sul palo.

All’84’ D’Isanto va alla conclusione, Caruso si oppone.

All’87’ Moreno Esposito in contropiede viene anticipato da Caruso in uscita.

Al 93′ Gran tiro di Patti dalla distanza dei venticinque metri, pallone che termina di poco fuori.

Dopo tre minuti di recupero il signor Valente con il consueto triplice fischio termina la gara.

Vittoria importante per gli uomini di Salvatore Marra, che con il successo di oggi hanno raggiunto la decima vittoria in trasferta e l’ottava di fila ed hanno rosicchiato tre punti alla capolista Milazzo, sconfitta a Nissa. Domenica al “Partenio” ci sarà il big match, contro i Siciliani.
Ci dovrà essere un “Partenio” gremito in ogni ordine di posto, come quando giocava per le gare importanti l’Avellino 1912 ed il pubblico era il dodicesimo uomo e si conquistava la vittoria.

Domenica un solo imperativo Vincere per coronare un sogno e calcare altri palcoscenici.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Fissate dalla Figc le regole per i ripescaggi. L’Avellino.12 spera

Il consiglio federale della Figc ha fissato i crtiteri per i ripescaggi. Queste norme dovranno essere ora recepite dalla Lega Nazionale Read more

L’Avellino espugna Trapani e va in finale con la Vigor Lamezia

L'Avellino vince a Trapani 2-1 ai tempi supplementari e passa il turno play - off. Ottima la prestazione della squadra di Read more

Domani sfida verità a Trapani per i lupi

Ultimo allenamento ieri in casa binacoverde allo stadio "Partenio" (foto). Questa mattina gli uomini di Mister Marra partiranno alle ore Read more

L’Avellino piega la Rossanese e accede nei play-off

Avellino (4-3-3): Apuzzo, Meola, Puleo, De Angelis, Moreno Esposito, Viscido, D'Angelo, Licciardi (62' Fanelli), Rega, Majella, Romano (46' D'Isanto). A Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *