alpadesa
  
domenica 20 ottobre 2019
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Sede Arpac di via Tiratore invasa dai topi, la denuncia dei sindacati

Pubblicato in data: 20/5/2010 alle ore:14:20 • Categoria: CronacaStampa Articolo

asl-av2-via-tiratore-3Lo stabile in contrada Tiratore (foto) versa in condizioni igienico-sanitarie assolutamente carenti.
E’ questa la denuncia sollevata da dipendenti e sindacati. La sede dell’Arpac infatti sarebbe invasa dai ratti.
E’ questo l’allarme lanciato dai 40 dipendenti che occupano lo stabile che, un tempo, accoglieva l’Asl Av2.
Notizia ironica nella sua tragicità visto e considerato che l’Arpac ha come scopo principe quello di garantire la tutela dell’ambiente da ogni forma di inquinamento e prevenire eventuali minacce alla salute pubblica.
L’edificio, occupato solo al secondo piano dagli uffici dell’agenzia, risulta essere infatti in uno stato di completo abbandono e il fatto che i restanti piani siano inutilizzati da tempo ha favorito la proliferazione di topi che hanno resistito ad alcune derattizzazioni attuate di recente.
Il timore è che l’arrivo della stagione più calda dell’anno possa favorire un aumento smisurato dei roditori con i quali i dipendenti devono fare giornaliermente i conti. Grande è il rammarico del rappresentante sindacale Concetto Leo: «Oltre un anno fa ci fu assicurato lo il trasferimento dell’Arpac in uno stabile più adeguato e soprattutto più pulito. Fino ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna comunicazione. E’ davvero indegno lavorare in queste condizioni, a contatto con ratti e carcasse di topi. Spero davvero – ha concluso Leo – che qualcuno si faccia carico del problema e ci trovi una soluzione adeguata alle nostre esigenze».
A questo si aggiunge anche la mancanza del pagamento dello stipendio da mesi ai 30 lavoratori interinali dell’Apac.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *