alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

Pallavolo, stagione conclusa ma il pensiero va già al futuro

Pubblicato in data: 26/5/2010 alle ore:23:39 • Categoria: Pallavolo, Sport

pallavolo-atripaldaDirigenza, staff tecnico e squadra hanno salutato con una cena sociale la conclusione di un’annata storica. Tutti gli atleti hanno poi lasciato le rive del Sabato per godere del meritato riposo. Prima di dedicarsi all’estate del beach volley, il capitano ed allenatore Mario Marolda ha commentato il finale di stagione: «Abbiamo centrato un risultato storico, andato ben al di là delle potenzialità che potevamo esprimere alla vigilia sulla carta. La cosa più che mi dispiace non è di aver perso contro Cantù, ma di aver perso non giocando bene. Nei play off non abbiamo rispecchiato il nostro campionato. I ragazzi hanno dato comunque il massimo, siamo arrivati all’appuntamento fuori fase. Tutto ciò che ha funzionato nel corso dell’anno è venuto meno, parlo della battuta e del muro, viceversa siamo andati meglio nel cambio palla che quest’anno non è stato il nostro punto di forza».

Sul fronte societario dopo le dichiarazioni del presidente Franco Capaldo di voler riconfermare la B1 ad Atripalda la prossima stagione, si cerca di allargare ad altri soci per un progetto duraturo nel tempo; comincia intanto la lunga stagione del volley mercato che si concluderà a settembre e che non entrerà nel vivo prima della conclusione dei play off. Nella serie di semifinale Bastìa e Segrate conducono al momento per 1-0 rispettivamente su Cantù e Correggio.

La Pallavolo Atripalda intanto si concentra sui giovani ai quali è pronta a dedicare campus estivi nei quali ricercare nuovi talenti. La prossima settimana l’iniziativa sarà presentata nel dettaglio.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise

Continua a ritmi serrati la preparazione dell’Atripalda Volleyball in vista delle prime gare ufficiali della stagione. La squadra allenata da Read more

Net&Atripalda Volley da batticuore: l’Indomita deve arrendersi al tie-break

L’avvio di stagione del Net&Atripalda Volley non è adatto ai deboli di cuore. Infatti i ragazzi di Lauri nelle ultime Read more

Tutto pronto per Atripalda Volley Day 2016”. Start Sabato alle 18, ingresso gratuito. Il sindaco Spagnuolo: ” Atripalda e la pallavolo binomio perfetto”

Scatta il conto alla rovescia per Atripalda Volley Day 2016, l’evento che vedrà sfidarsi sul taraflex del palasport Giacomo Del Read more

Play off volley, Atripalda c’è: Oplonti battuto 3 a 0

In una giornata pieni di ricordi e amarcord Atripalda vince e si riscatta dalla sconfitta della prima giornata della post Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *