alpadesa
  
domenica 17 febbraio 2019
Flash news:   Atto vandalico alla targa del Gruppo Scout Agesci Atripalda 1: ricoperta da scritte offensive Lutto Picone, addio al papà del vice comandante dei vigili Sabino Cinema Ideal, sul futuro restano le distanze tra eredi e Comune. Il sindaco: «proviamo insieme se c’è la volontà di collaborazione a dar vita ad un polo culturale. Io non accantonerei la legge Franceschini» Brutto incidente sulla Variante: centauro in gravi condizioni Vucinic: “amareggiati e dispiaciuti ma fare tesoro degli aspetti positivi” Final Eight: la Sidigas Scandone si ferma ai quarti Tre anni senza mister Alberto Matarazzo, il ricordo della Green Volley Atripalda Cinema Ideal, sul futuro dibattito pubblico questo pomeriggio. Ettore Troncone: «Bisogna trovare un accordo sul vincolo di destinazione d’uso. Sono saltati i finanziamenti, così non si può più andare avanti» Sbanda con l’auto e finisce contro una saracinesca lungo via Fiume Evade dai domiciliari: 35enne denunciata dai Carabinieri di Atripalda

Lutto in città, è morto l’ex sindaco Sabino Alvino

Pubblicato in data: 6/6/2010 alle ore:23:59 • Categoria: CronacaStampa Articolo

sabino-alvinoDolore nella cittadina del Sabato per la scomparsa dell’ex sindaco Sabino Alvino (foto).
Medico chirurgo, da mesi lottava contro un brutto male.
Sindaco più volte della città, nel 1972 e nel 1978, era stato aiuto primario della divisione di Chirurgia Generale dell’ospedale “Giuseppe Moscati” di Avellino. Per lunghissimi anni aveva ricoperto anche il ruolo di medico di famiglia. Una vita dedicata alla professione, ai pazienti dai quali era amato per la sua professionalità. Una persona semplice e sempre disponibile. Fu più volte consigliere comunale e per ben due volte primo cittadino, partecipando alla vita politica senza tralasciare mai la sua professione di medico, ma anche di padre e marito affettuoso ed esemplare.
Ecco il ricordo dell’ex sindaco Andrea De Vinco: <Atripalda perde davvero una persona che ha onorato la professione di medico ma anche di amministratore della città. Una notizia dolorosa. Scompare una persona perbene, un vero galantuomo. In lui prevaleva sempre il tratto umano. La città perde una medico di valore. Quando ha ricoperto la funzione di sindaco, l’ha fatto sempre con grande attenzione ai problemi della città e della gente, senza essere mai fazioso>.
Lascia la moglie Eva Panarese, la figlia Gaetana con il marito Massimiliano Del Mauro consigliere comunale del Pdl, il figlio Enrico con la moglie Antonella Oliva ed gli amati nipoti Luigi e Maria Pia. I funerali si svolgeranno questo pomeriggio, 7 giugno, a partire dalle ore 16, muovendo dalla casa dell’estinto in via Fiume. Il rito funebre sarà celebrato nella chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire dal parroco don Enzo De Stefano.
<A poche ore dalla scomparsa della signora Luisa Troncone (Pupa, figlia del panificatore Pasquale), dopo un analogo sofferto calvario cristianamente accettato, è venuto a mancare anche il dottor Sabino Alvino – dichiara il consigliere Lello La Sala -. Professionista esperto, e perciò consapevole dei limiti della scienza medica, Sabino Alvino aveva prestato la sua opera come chirurgo presso l’Ospedale di Avellino. Per due volte era stato eletto sindaco di Atripalda con il Blocco Popolare, nel 1972 e nel 1978, in circostanze difficili, conservando, pur nella precarietà della situazione politico-amministrativa, sobrietà, rigore e disinteresse personale. Ne ricordo con commozione il tratto signorile, l’amabilità della conversazione, la riservatezza”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *