alpadesa
  
Flash news:   Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città Via Melfi ad Atripalda chiude al traffico per un mese a causa di lavori urgenti sulle facciate laterali di Palazzo Del Gaudio Al via la vendita dei biglietti per Avellino-Potenza Domani 30° anniversario della caduta del Muro di Berlino Si è sciolto il Direttivo della Curva Sud Avellino Il gruppo consiliare “Noi Atripalda” incalza il sindaco sul Distretto Asl di Atripalda a rischio smobilitazione

Neonato rapito a Nocera, si cerca donna italiana su tutto il territorio regionale

Pubblicato in data: 7/6/2010 alle ore:22:37 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Luca Cioffi - Identikit della rapitriceNeonato rapito all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore in provincia di Salerno. L’identikit della rapitrice (foto) è stato diffuso su tutto il territorio nazionale e a tutte le forze dell’ordine. Il piccolo Luca Cioffi (nella foto, fonte ANSA) è stato rapito alle 14.00, poche ore dopo la nascita, da una giovane donna di carnagione scura, capelli ondulati e lunghi, corporatura esile, altezza tra 1,70 e 1,75, di nazionalità italiana. La donna ha preso il bambino dalle braccia della mamma spacciandosi per un’infermiera che lo avrebbe dovuto portare al nido.
Secondo gli inquirenti la rapitrice, non può essere andata molto lontano e quindi la massima attenzione in questo momento è rivolta a tutto il territorio regionale. La sequestratrice, inoltre, potrebbe avere agito con dei complici che l’attendevano all’esterno dell’ospedale, i Carabinieri, infatti, stanno cercando una Fiat Uno verde vecchio tipo con due donne a bordo.

L’appello alle farmacie

Le farmacie segnalino persone non conosciute, soprattutto donne, che si presentino in queste ore per comprare il latte destinato ai neonati.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *