alpadesa
  
domenica 31 maggio 2020
Flash news:   Movida ad Avellino, “IDEA Atripalda“ contro il sindaco Gianluca Festa: “chieda scusa e si dimetta” «Atripalda la città dei Mercanti», presentato ieri in Comune il video pormozionale. Il sindaco: “ripartiamo uniti accogliendo le persone che vengono da fuori in tutta sicurezza”. FOTO “Oggi è il tuo nome, auguri Antonello” dallo zio Gabriele De Masi Coronavirus, su 190 tamponi effettuati in Irpinia un solo caso positivo: è di Prata P.U. Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111 «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive

Abusava dell’allieva 15enne, in manette artigiano irpino

Pubblicato in data: 16/6/2010 alle ore:09:06 • Categoria: Cronaca

pedofiliaHa abusato della ragazzina di 15 anni che stava facendo pratica nella sua bottega. E’ finito così in manette un artigiano irpino di 57 anni. L’episodio si è verificato in uno dei comuni dell’hinterland atripaldese dove vive l’uomo e la ragazza 15enne.
Ad arrestarlo i carabinieri della stazione di Atripalda, guidati dal comandante Costantino Cucciniello, e della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Avellino in esecuzione ad un ordine di custodia cautelare in carcere per il reato, continuato ed aggravato, di atti sessuali con minori, emesso dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino, Natalia Ceccarelli, su richiesta del pubblico ministero Aquilina Picciocchi, che ha coordinato per oltre 6 mesi le indagini condotte dai carabinieri.
Le indagini erano state avviate lo scorso mese di dicembre 2009, quando i genitori di una studentessa 15enne si recarono proprio presso la Stazione dei Carabinieri di Atripalda per denunciare di aver scoperto gli abusi sessuali che la figlia aveva subito da un loro vicino di casa, al quale – in virtù di un rapporto fiduciario e di vicinato – affidavano regolarmente la ragazza per motivi d’istruzione ed educazione, essendo un artigiano e avendo la figlia dimostrato una propensione per le arti. Gli accertamenti hanno permesso di accertare gli abusi che da tempo la ragazza subiva.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Viola gli obblighi di assistenza familiare, 50enne atripaldese arrestato dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno tratto in arresto una persona in esecuzione di provvedimento emesso dalla Procura della Read more

Per garanzia esibisce in un’agenzia di viaggi falso distintivo dell’arma, due persone denunciate in città

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno denunciato due persone, un uomo e una donna del Mandamento baianese, poiché ritenute Read more

Paura e giallo in piazza Umberto: fiamme in un bar chiuso da mesi. FOTO

Hanno forzato e poi sfondato la vetrata d’ingresso di un bar lanciando del liquido infiammabile all’interno e appiccando il fuoco. Read more

Aveva minacciato di diffondere su Internet i video dell’incontro amoroso se l’amante non avesse pagato: pesanti le accuse per il 39enne atripaldese

Aveva minacciato di diffondere su Internet i video dell’incontro amoroso se l’amante non avesse pagato. Un tentativo di estorsione che Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *