alpadesa
  
Flash news:   Passerella ciclopedonale sul fiume Sabato, al via da ieri i lavori conclusivi. Parlano sindaco e delegato: «Un ponte che aiuta a riqualificare il centro urbano di Atripalda». Foto Coronavirus, sono 28 i positivi in Irpinia di oggi su 311 tamponi effettuati Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda” Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia: “la giunta riveli i costi e perché sono spente” Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia Messa in sicurezza del parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda: impegno di spesa per l’affidamento della prestazione del rilievo topografico Ciclismo: la litoranea salernitana fa da sfondo al primo raduno collegiale

Movida notturna, denunciato cittadino atripaldese per ricettazione

Pubblicato in data: 5/7/2010 alle ore:12:21 • Categoria: Cronaca

carabinieriInfrazioni al codice della strada, frequenti interventi per schiamazzi notturni e ben 7 persone denunciate all’autorità giudiziaria dai Carabinieri di Avellino per reati connessi alla movida notturna. Tra i denunciati anche un cittadino atripaldese deferito in stato di libertà per ricettazione. L’uomo, originario di Napoli è stato sorpreso a bordo di un veicolo che dagli accertamenti in Banca Dati FF.PP. è risultato provento di furto.
Altri due i casi di guida senza patente perché le persone fermate non l’avevano mai conseguita. Tutti gli episodi sono sintomatici del fatto che, nonostante l’assenza di un valido titolo per la conduzione degli autoveicoli a motore, i giovani non hanno voluto disertare il loro fine settimana.
Ancora più gravi i casi di due giovani, poco più che ventenni trovati alla guida delle proprie autovetture in preda agli influssi dell’alcool, tanto che i successivi controlli medici hanno evidenziato la presenza di un tasso alcolemico rispettivamente di tre e quattro volte superiore al limite consentito. In entrambi i casi, la pena accessoria è stato il ritiro della patente.
Ad Avellino, poi, un giovane studente è stato denunciato per possesso ingiustificato di arma bianca, giacché sorpreso a detenere occultato all’interno dell’autovettura a lui in uso, un pugnale della lunghezza di ben 25 cm. Infine un pregiudicato 62enne originario di Solofra è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino perché si è reso responsabile della violazione inerente la custodia di cose sottoposte a sequestro, in quanto l’uomo è stato sorpreso a bordo della propria autovettura Fiat Panda precedentemente sottoposta a sequestro amministrativo poichè sprovvista dell’assicurazione obbligatoria.
Insomma un nuovo fine settimana all’insegna del bel tempo e per i Carabinieri della Compagnia di Avellino l’ennesimo dispiegamento di forze al fine di assicurare il regolare e corretto svolgimento della movida notturna di tutto l’hinterland avellinese ed evitare quelle tragiche conseguenze degli eccessi giovanili note come “stragi del sabato sera”, che per questa volta ha visto maggiore partecipazione da parte della cittadinanza in quanto sabato sera, Avellino è rimasta sveglia fino a tardi a causa delle manifestazioni lungo il corso durate fino a tarda ora. Continua quindi l’azione dei Carabinieri concentrata nei week end sul controllo delle principali arterie stradali e nei pressi dei locali maggiormente frequentati dai giovani irpini.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *