alpadesa
  
Flash news:   Pioppo abbattuto in via Appia, il sindaco Giuseppe Spagnuolo risponde alla lettera di un lettore: “Priorità alla sicurezza dei cittadini in ambito urbano” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda Giornata della Memoria: per non dimenticare la tragedia della Shoah Passerella ciclopedonale sul fiume Sabato, al via da ieri i lavori conclusivi. Parlano sindaco e delegato: «Un ponte che aiuta a riqualificare il centro urbano di Atripalda». Foto Coronavirus, sono 28 i positivi in Irpinia di oggi su 311 tamponi effettuati Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda” Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia: “la giunta riveli i costi e perché sono spente” Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda

Comitato “Vecchio Mulino”: «Viabilità, sicurezza e pulizia, problemi ignorati da troppo tempo». Guarda lo Speciale Video

Pubblicato in data: 12/7/2010 alle ore:14:30 • Categoria: Attualità, Video interviste

degrado-ponte-delle-filandeViabilità, messa in sicurezza e pulizia, queste le principali problematiche evidenziate dal comitato di quartiere “Vecchio Mulino” nato nel 2007 ma che da circa un mese ha riavviato l’attività allargandosi a via Manfredi, via Pianodardine e contrada Civita.
fiorentino-di-meo«Il sindaco venne qui proprio nel 2007 appena eletto promettendoci di risolvere i nostri problemi, ma tuttora manca anche la manutenzione stradale – dichiara il presidente del comitato Fiorentino Di Meo (nella foto) -. Sono aumentati i disagi anche in via Manfredi e via Pianodardine a partire dalla sporcizia e dalla mancata manutenzione di tutta la zona, ecco perché abbiamo allargato la nostra attenzione». Manca una vera rotatoria all’incrocio tra via Manfredi e via Circumvallazione, da tempo sostituita da cinque blocchi di plastica rossi addirittura spesso spostati dalle auto in transito. «Noi paghiamo le stesse tasse di chi abita in piazza – continua Di Meo – e quindi ci aspettiamo lo stesso trattamento e la stessa attenzione da parte di sindaco e assessori. Ma non è così. I problemi che viviamo quotidianamente sono sempre gli stessi».
via-pianodardine2Lungo la strada, infatti, sono stati rimossi o manomessi, secondo i membri del comitato, alcuni segnali di divieto di sosta la cui assenza determinerebbe ingorghi causati dalla sosta selvaggia:«Troppe persone – aggiunge Rosa Cucciniello, segretario del comitato – parcheggiano ovunque per recarsi negli esercizi commerciali lasciando l’auto anche in prossimità dei passi carrabili e sui marciapiedi, creando il blocco al traffico compresi, ovviamente i mezzi pubblici e gli eventuali veicoli di soccorso. A questo si deve aggiungere il rumore dei clacson degli automobilisti bloccati nel traffico e gli elevati tassi di inquinamento che ne anzalonederivano». Manca una pensilina di sosta per chi aspetta l’autobus, «Mancano i marciapiedi e addirittura una piazzola e una pensilina per l’attesa degli autobus. Chi aspetta è costretto a stazionare sul ciglio della strada – commenta Cosimo Anzalone (nella foto) vice presidente del comitato – cosa resa ancora più pericolosa dal fatto che nonostante su questa strada ci sia il divieto di transito per i mezzi pesanti, questi circolano quotidianamente poiché si immettono dalla variante 7 bis o escono nei pressi del cimitero per l’assenza di una segnaletica prima degli svincoli che dirotti mezzi pesanti nella uscita zona industriale».
via-manfrediAsfalto deteriorato, buche, poca illuminazione, sistema fognario inadeguato e sporcizia accentuata nella zona di contrada Fellitto, via Morticelli e contrada Civita dove mancano cestini di raccolta e ci sono perennemente parcheggiato auto in divieto che impediscono ai mezzi dell’Asa di effettuare un’adeguata e profonda pulizia. «Emblematico il ponte delle Filande (foto) invaso da acqua e fango ad ogni pioggia – conclude Di Meo – il lato nuovo appartiene ad Avellino, quello vecchio e malandato è competenza del comune di Atripalda».

[flv image=”https://www.atripaldanews.it/video/comitato vecchio mulino 10 luglio 2010.jpg”]https://www.atripaldanews.it/video/comitato vecchio mulino 10 luglio 2010.flv[/flv]

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *