alpadesa
  
Flash news:   Pioppo abbattuto in via Appia, il sindaco Giuseppe Spagnuolo risponde alla lettera di un lettore: “Priorità alla sicurezza dei cittadini in ambito urbano” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda Giornata della Memoria: per non dimenticare la tragedia della Shoah Passerella ciclopedonale sul fiume Sabato, al via da ieri i lavori conclusivi. Parlano sindaco e delegato: «Un ponte che aiuta a riqualificare il centro urbano di Atripalda». Foto Coronavirus, sono 28 i positivi in Irpinia di oggi su 311 tamponi effettuati Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda” Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia: “la giunta riveli i costi e perché sono spente” Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda

Via libera al Consuntivo 2009 con un avanzo di gestione di 859.897,11 euro. Laurenzano dimezza il deficit comunale

Pubblicato in data: 27/7/2010 alle ore:09:19 • Categoria: Comune

consiglio-comunaleVia libera al Bilancio Consuntivo 2009 ieri sera al comune di Atripalda. L’aula consiliare, con 11 voti a favore (quelli della maggioranza di centrosinistra), 4 quelli contrari,  ha dato l’ok allo strumento contabile. 
Numerose gli assenti tra i banchi di maggioranza (gli assessori Maurizio De Vinco, Luigi Adamo e Franco Landi) e quelli dell’opposizione (Lello La Sala, Antonio Iannaccone e Massimiliano Del Mauro).
Una convocazione del parlamentino cittadino avvenuta non senza polemiche e contestata dalla minoranza consiliare: il gruppo PdL-AdC, giorni fa aveva inviato una nota nella quale segnalava che la data del 26 luglio non era stata concordata in sede di conferenza dei capigruppo come prevede il regolamento dei lavori consiliari, e quindi non era accettabile.
Al centro della discussione, come detto, l’approvazione del Consuntivo 2009 dal quale si evince una dimezzamento del deficit complessivo dell’Ente comunale. Dal Consuntivo per il 2009 si evince un disavanzo complessivo sceso a 1.161.511 euro, frutto di un avanzo di amministrazione 2009 di 859.897,11 euro e di una ulteriore revisione dei residui. Un avanzo di amministrazione 2009 ottenuto grazie al Piano di alienazione dei beni immobili che ha fruttato solo nel 2009 oltre 1,6 milioni di euro. «La gestione dell’anno 2009 si chiude con un avanzo di gestione di 859.897,11 euro. Un risultato molto confortante che conferma in maniera forte e concreta il duro lavoro di risanamento delle casse comunali che questa Amministrazione comunale sta perseguendo sin dal suo insediamento – ha detto il sindaco Aldo Laurenzano nel corso della sua relazione di presentazione dello strumento contabile – il confronto tra pagamenti e residui finali di competenza esprime un avanzo che si pone in totale antitesi rispetto al disavanzo registrato nella competenza 2008: in quell’occasione, infatti, il bilancio fece registrare una negatività di ben 900.00,00 euro». Una lunga relazione nella quale il Sindaco ha sottolineato gli sforzi effettuati dall’Amministrazione comunale e dagli uffici lungo il risanamento delle casse comunali.
L’opposizione, con Prezioso, Spagnuolo e Iaione invece hanno espresso giudizio negativo e«dimostra l’inadeguatezza della maggioranza a governare la città».
Si è passati poi all’approvazione del Regolamento per la disciplina del commercio sulle aree pubbliche sul mercato (approvato all’unanimità dall’aula) ed infine all’elezione per la minoranza di Massimiliano Del Mauro nel Comitato di Gestione della Dogana dei Grani di piazza Umberto I, dopo le dimissioni del consigliere Emilio Moschella passato con la maggioranza.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *