alpadesa
  
sabato 19 settembre 2020
Flash news:   Festeggiamenti San Sabino, il vescovo di Avellino Arturo Aiello nell’omelia si rivolge ai giovani «abbiate rispetto della vostra vita e di quella degli altri». Foto Idea Atripalda denuncia: “persi 90 mila euro messi a disposizione dal Governo per lavori di efficientamento energetico’ Riapertura scuole ad Atripalda, l’Amministrazione alla ricerca di immobili da adibire ad aule e laboratori Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre

Continua a drogarsi ai domiciliari, pregiudicato atripaldese torna in cella

Pubblicato in data: 25/8/2010 alle ore:15:13 • Categoria: Cronaca

carabinieri-arrestoContinuava a fare uso di cocaina durante gli arresti domiciliari, riportato in carcere dai Carabinieri della Stazione di Atripalda. Protagonista della vicenda  C.P. classe 1976, noto pregiudicato atripaldese ristretto ai domiciliari in esecuzione al decreto emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Avellino per scontare un cumulo pena per numerosi reati tra cui uso e spaccio di sostanze stupefacenti. Il 34enne, condannato dal Tribunale di Napoli ad una pena detentiva con scadenza al 31 ottobre 2010, e poi ammesso a fruire del beneficio del regime domiciliare, è stato sorpreso, durante i normali controlli, con evidenti tracce di possesso e consumo di cocaina. In seguito agli accertamenti condotti anche dal personale dell’Ufficio di Sorveglianza Esterna, l’uomo ha ammesso di continuare ad assumere cocaina per di più acquistata con parte dell’assegno di accompagnamento.
Sulla base di queste constatazioni, in aperto contrasto con le disposizioni dall’ordinamento carcerario, è scattata immediatamente la revoca del beneficio domiciliare e il ritorno nella casa circondariale di Bellizzi Irpino, dove dovrà rimanere ristretto per l’espiazione della restante parte della condanna.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *