alpadesa
  
Flash news:   Maltempo, paura a via Pianodardine: straripa il Fenestrelle e invade il ponte delle Filande Polemiche avvio anno scolastico, l’opposizione “Noi Atripalda” porta in Consiglio comunale la questione Stop ai disservizi, riapre di pomeriggio il cimitero di Atripalda Riapertura delle scuole in tempo di Covid, il messaggio del vescovo Aiello: “ la paura non può ritardare il desiderato primo campanello” Il viaggio in Irpinia dell’associazione atripaldese “ACIPeA” Aliquote Imu e Tari, mercoledì torna in seduta straordinaria il Consiglio comunale di Atripalda Elezioni regionali, i ringraziamenti del vicesindaco Anna Nazzaro Giovane coppia con febbre e dolori attende da 12 giorni il tampone Da oggi obbligo di mascherina all’aperto in Campania tutto il giorno: ordinanza del presidente De Luca Protesta delle famiglie contro i doppi turni all’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda: ieri mattina una delegazione dal sindaco. Foto

Città di Atripalda, salta la fusione con lo Sporting. Iannaccone: «Avanti per la nostra strada»

Pubblicato in data: 31/8/2010 alle ore:16:58 • Categoria: Calcio, Sport

stadio-valleverdeSembrava una vicenda degna delle migliori storie a lieto fine quella della fusione tra la Città di Atripalda e lo Sporting e, invece, a due settimane dall’ inizio del campionato di Promozione (e ad oltre un mese dall’ inizio di quello di Prima Categoria), il ribaltone che non ti aspetti e dunque la scissione che il diesse della Città Walter Iannaccone spiega senza troppi patemi d’animo: «Davvero un peccato che il progetto Città di Atripalda sia svanito sul nascere. Purtroppo col passar del tempo sono emerse divergenze di varia natura determinanti ai fini dell’ assetto e della gestione della società. Non era possibile per la dirigenza della Città transigere su determinate questioni. A malincuore si è giunti alla conclusione che l’unica soluzione possibile sarebbe stata fare calcio percorrendo due strade differenti. Un passo indolore che non mina le nostre ambizioni di outsider: non si ripeterà quanto visto la scorsa stagione. Nonostante il recente scossone a livello societario, la squadra è serena e determinata a far bene».
Un pizzico di amarezza è d’obbligo, però, se si pensa alle premesse venutesi a creare durante la presentazione in comune in occasione della quale gli amministratori locali, in prima linea il sindaco Aldo Laurenzano e l’ assessore allo sport Giacomo Foschi avevano “battezzato” il neonato sodalizio dopo averne sponsorizzato a lungo la costituzione. Ma tant’è, in casa biancoverde si guarda al futuro anche perché sabato è tempo di debutto stagionale: al “Valleverde(foto) ( calcio d’ inizio alle 16:00) arriva la Sarnese di mister Giovanni Renna, compagine di Eccellenza allestita per il salto diretto in serie D.
La Città, reduce dall’ottima prova di sabato in amichevole contro il Solofra al “Gallucci” (1-0 per i biancoverdi il risultato), non vuole steccare il debutto ed è decisa a tenere testa alla corazzata salernitana. In tal senso, la truppa biancoverde agli ordini di Serginho (che è subentrato in panchina al posto di mister Tropeano tornato allo Sporting) continua la preparazione in attesa degli ultimi colpi di mercato che il diesse Iannaccone è in procinto di piazzare: è in dirittura d’arrivo, infatti, la firma di D’ Agostino, seconda punta che andrà a completare il parco attaccanti.
Stabiliti, intanto, i gironi di Promozione: la Città è stata inserita nel girone C con Ariano, Atletico Benevento, Bisaccese, Felice Scandone, Mas Avellino, Mirabella Eclano, Real San Felice a Cancello, Real Suessola, Rione Mazzini, San Giorgio del Sannio, San Martino Valle Caudina, Torrecuso, Venticano, Virtus Sarno, Vis San Nicola. Girone di tutto rispetto in cui la Città potrà recitare senza dubbio la sua parte andandosela a giocare su tutti i campi.
Giovedì, invece, sarà tempo di calendari per conoscere l’avversaria della Città alla prima giornata (11-12 settembre).

CLAUDIO DE VITO

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *