alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, arriva il giorno del contagio zero in Campania: 2485 i tamponi effettuati Coronavirus, meno di 200 nuovi contagi ma i morti sono 88 Tamponi Us Avellino: sinergia tra club e Clinica Montevergine Ultimo giorno di scuola, il gruppo civico “IDEA Atripalda” propone di viverlo all’aperto Addio alla docente Lina Limongelli, cordoglio e commozione in città nel ricordo di Lello La Sala Stadio “Partenio-Lombardi” sanificato, da oggi i lupi riprendono gli allenamenti Niente mercato riaccorpato oggi a parco delle Acacie: il sindaco dispone la sospensione della fiera fino al 10 giugno. Peppino Innocente (Confesercenti): «Ci auguriamo che le cose non vadano per le lunghe» Coronavirus, il Consorzio dei Servizi Sociali A5 di Atripalda dona mascherine ai sordomuti irpini. Foto Coronavirus, si avvicina il contagio zero in Campania: uno solo il positivo oggi. In irpinia nessun contagio Coronavirus, oggi finisce il lockdown in Italia: 71 le vittime registrate nelle ultime 24 ore

Caos mercato, “Prosidea” rinuncia alla discussione al Tar di Salerno fissata per domani. Tutto si gioca al Consiglio di Stato

Pubblicato in data: 22/9/2010 alle ore:21:30 • Categoria: Attualità

tar-salernoNessuna discussione domani mattina dinanzi al Tar di Salerno sulla querelle mercato. 
L’avvocato Marenghi, difensore delle aziende “Prosidea Spa” e “Alto Carburanti Srl”, ha infatti presentato rinuncia a discutere nel merito la vicenda dinanzi alla Camera di Consiglio del Tribunale Amministrativo della Campania, sezione di Salerno.
Una mossa che lascia di stucco il Comune che invece confidava nell’esito positivo della sentenza di domani mattina.
Alla base della scelta operata dal legale delle aziende ricorrenti l’aver ritenuto non conveniente  conoscere il pronunciamento della Camera di Consiglio chiamata a confermare, modificare o cancellare i decreti monocratici emanati lo scorso 20 agosto dal presidente del Tar e che, nei fatti, pur riconoscendo valida  la delibera di Consiglio comunale con cui fu deciso il trasferimento provvisorio del mercato da contrada Santissimo nella zona di Parco delle Acacie e Via San Lorenzo, allo stesso tempo imponevano la riapertura di via San Lorenzo al traffico veicolare il giovedì mattina per scongiurare danni economici al gruppo “Prosidea”.
Discussione che avrebbe perciò potuto avvantaggiare solo il Comune in caso di esito favorevole.
Pertanto ora bisognerà attendere martedì 28 settembre per conoscere il destino del mercato settimanale, giorno in cui il Consiglio di Stato si pronuncerà sul ricorso presentato dal Comune contro l’ordinanza sospensiva emanata dal Tar di Salerno il 9 luglio e con cui fu annullata l’ordinanza di chiusura al traffico veicolare di via San Lorenzo il giovedì mattina.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Caos mercato, l’irruzione degli ambulanti nella sala consiliare e l’incontro di una delegazione con il sindaco Laurenzano. Guarda il Fotoservizio 2

Atto di forza da parte dei commercianti del mercato del giovedì. Questa mattina, dopo aver lasciato i propri camion parcheggiati Read more

Caos mercato, gli ambulanti assediano per protesta il Comune. Momenti di tensione stamattina. Guarda il Fotoservizio 1

Momenti di tensione questa mattina al Comune di Atripalda per l'assedio dei commercianti ambulanti. Ha rischiato di trasformarsi in dramma Read more

Caos mercato, domani nuovo sciopero degli ambulanti

Caos mercato, nuovo presidio degli ambulanti domani mattina nel giorno in cui doveva esserci il pronunciamento nel merito del Tar Read more

La nota – Sul mercato prevalga la ragionevolezza

Ci siamo. Manca solo un giorno al 23 settembre quando il Tar di Salerno dovrà pronunciarsi nel merito, si spera, sulla chiusura Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *