alpadesa
  
Flash news:   Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi” Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani Alvanite, dopo le nuove polemiche interviene l’assessore al Patrimonio Del Mauro: «Il quartiere sconta almeno quindici anni di mancata manutenzione che certamente non si può imputare a quest’amministrazione. Noi stiamo facendo il possibile, ma non sono case con la scadenza, questa è una barzelletta» “Atripalda ricomincia a correre”, lettera d’amore alla città del decano dei commercianti Pasquale Pennella

Sidigas, sabato derby casalingo col Sorrento

Pubblicato in data: 1/2/2011 alle ore:10:37 • Categoria: Pallavolo, Sport

time_out_trasferta sidigasAl giro di boa è tempo di bilanci. Marcia inarrestabile quella della Sidigas campione d’inverno. Marolda ed i suoi hanno lasciato sotto rete in tredici gare solo 5 punti dei 39 a disposizione. Dodici vittorie per 3-0 e 3-1, due al tie break in trasferta (Catania e Molfetta), una sola sconfitta – in emergenza – a Brolo (3-1). I freddi numeri confermano il primo posto. A caratterizzare la Sidigas un grande equilibrio tra punti realizzati (1.162) e subiti (1.014), non è compresa nelle statistiche ma è fondamentale la voglia di migliorarsi sempre.
Riprendono gli allenamenti. Il morale è alto. I festeggiamenti sono già in archivio. Ora viene il bello. Difendere il primato dalle squadre minori oltre che dalle dirette concorrenti alla serie A2 sarà ancora più difficile, tutte ci metteranno un pizzico di cattiveria agonistica in più per arrestare la marcia della capolista. Una sfida che non spaventa i pallavolisti biancoblu. A più riprese hanno dimostrato che la forza del gruppo è la vera arma vincente.
Il girone di ritorno si apre all’insegna di un derby. All’andata contro Sorrento il debutto fu una vittoria rotonda per 3-0. La squadra della penisola da allora è molto cresciuta ed ora staziona a centro classifica con 18 punti, merito anche di successi contro formazioni quotate, vedi Catania e Chieti, o dei colpi sfiorati come quello di domenica scorsa a Corigliano dove i partenopei hanno ceduto solo al tie break.
Ad Atripalda Sorrento è annunciata in un buon momento di forma. La capolista dal canto suo ha tutta l’intenzione di proseguire nella marcia inarrestabile.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Sidigas, ritirata l’istanza di fallimento

Ritirata l'istanza di fallimento della Sidigas Spa. Il procuratore aggiunto Vincenzo D'Onofrio ha ritirato l’istanza di fallimento per la società che ha Read more

Sidigas, il Gip sequestra solo 8 milioni di euro

Il Gip del Tribunale di Avellino, dottor Marcello Rotondi, ha confermato il sequestro di beni di Sidigas per 8 milioni Read more

Sidigas, parla il ds Alberani: “stagione complicata con troppi infortuni. Ripartiamo da Maffezzoli”

Il ds Nicola Alberani commenta in sala stampa la stagione 2018/19 della Sidigas Scandone Avellino, traendo le conclusioni sull'annata all'indomani Read more

Sidigas, Vucinic getta la spugna: arriva Maffezzoli

La Sidigas Scandone Avellino comunica che, al termine di un incontro nel quale Nenad Vucinic ha palesato l'assenza delle condizioni Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *