Flash news:   Coronavirus, sono 5 gli attuali positivi ad Atripalda “Estate…in ludoteca”, voucher comunali in regalo a trenta bambini: le domande scadono domani Black out elettrici: oggi nuova interruzione fino alle 18 e scoppia la protesta. Commercianti del centro pronti ad adire le vie legali Ripristino servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano, Prc: “vittoria dei cittadini, ora si potenzino le corse domenicali” Debito fuori bilancio per gli espropri del Centro Pmi, al via il pagamento della quarta rata Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto

Riaperto il Consorzio Agrario di via Pianodardine, Tomo: «Pronto il piano di rilancio aziendale». Il 14 febbraio incontro con Amendolara e Russo

Pubblicato in data: 3/2/2011 alle ore:10:00 • Categoria: Attualità

consorzio-agrario-atripaldaRiaperto il Consorzio Agrario Interprovinciale di Salerno, Napoli e Avellino. Dopo travagliate vicende, il 1° febbraio il Consorzio di via Pianodardine ha riaperto dopo circa un anno dalla chiusura disposta dal Ministero dello Sviluppo Economico con sostituzione del commissario liquidatore.
Notevoli le difficoltà in cui versa da tempo la storica struttura commissariata nel lontano luglio 1994 nell’ambito della più ampia crisi economico finanziaria della Federconsorzi.
Nei successivi lunghi 16 anni di attività commissariali con esercizio provvisorio si sono accumulate ulteriori perdite per circa 5 milioni di euro, con gravi rischi di ulteriori perdite connesse alla riscossione di 5 milioni di euro di crediti verso la clientela, per cui nel febbraio 2010 il Ministero dello Sviluppo Economico, nel suo ruolo di Autorità di Vigilanza ha decretato la chiusura delle attività e la revoca del mandato all’ultimo commissario liquidatore.
consorzio agrarioSoddisfatto l’attuale commissario liquidatore Giovanni Tomo nominato con decreto ministeriale del 23 marzo scorso, «Dopo dieci mesi di forte impegno durante i quali è stato approvato il piano di rilancio aziendale, risolvendo forti contrasti sindacali e soprattutto le problematiche di inagibilità della sede centrale di Atripalda – afferma Tomo – la riapertura è un primo risultato concreto che consente la ripresa dei livelli occupazionali e l’avvio del piano di rilancio aziendale che è stato autorizzato dalla Commissione Interministeriale sui Consorzi AgrariIl comparto agricolo è per la Regione Campania fonte di importanti opportunità economiche e di sviluppo ed, in tal senso, vanno sia le politiche regionali che nazionali e comunitarie. Il ruolo che può essere svolto dal Consorzio Agrario, istituzione voluta dal legislatore e confermata da recenti norme su tutto il territorio nazione, è importante e fondato su risultati che affondano le radici fin dall’inizio del ‘900, ancor di più con le significative innovazioni proposte dal piano di rilancio approvato».
Il Consorzio nel frattempo ha organizzato un incontro che vede coinvolti i vertici istituzionali locali dell’agricoltura prossimo 14 febbraio, presso la sede di Atripalda, è in programma un incontro dei vertici sul tema “Consorzio Agrario: opportunità di rilancio per l’agricoltura” al quale tra gli altri interverranno Paolo Russo, presidente della Commissione Parlamentare Agricoltura e Vito Amendolara, Assessore regionale all’Agricoltura oltre ai Presidenti delle Provincie in questione ed i relativi Assessori all’Agricoltura.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *