alpadesa
  
sabato 04 luglio 2020
Flash news:   Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21

Foibe, nella “Giornata del Ricordo” i militanti di Rifondazione sbarrano porte e cancelli, chiudendo dentro i giovani di Fli. Interviene la Digos

Pubblicato in data: 10/2/2011 alle ore:21:54 • Categoria: Cronaca

centro-socialeMomenti di panico a “La Giornata del Ricordo” delle vittime delle Foibe organizzata da Generazione Futuro Avellino (movimento giovanile di Futuro e Libertà). Mentre all’interno del Centro Sociale Samantha Della Porta si stava svolgendo l’incontro dal titolo “I giovani s’interrogano“, a cui ha preso parte anche Antonio Prezioso, alcuni militanti di Rifondazione Comunista hanno chiuso porte e cancelli con catenacci e lucchetti. Per i giovani di Fli è stato un “atto di violenza gratuita” per gli autori del gesto si è trattato di “un gesto simbolico”. Sul posto sono giunti gli agenti della Digos che hanno evitato il peggio. Infatti si è sfiorato lo scontro. Intanto i rappresentanti di Fli hanno annunciato una denuncia nei confronti degli esponenti di Rifondazione.  «Una intollerabile violenza da parte di negazionisti comunisti, – commenta a caldo Prezioso – credevo che cinquanta anni bastassero per superare certe divisioni ormai inaccettabili ed anacronistiche. Con l’atto di questa sera non è stata fatta una beffa a Futuro e Libertà e ai giovani mlitanti, ma è stato infangata per l’ennesima volta la memoria di migliaia di nostri connazionali che sono stati assassinati in modo brutale dalla follia comunista titina».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
I martiri delle foibe, incontro ad Avellino questo pomeriggio promosso da Generazione Futuro

Generazione Futuro Avellino (movimento giovanile di Fli) terrà giovedì 10 febbraio 2011 ore 18 al Centro Sociale "Samantha Della Porta" Read more

Cordoglio in città per la scomparsa di Arturo Roca

Cordoglio in città per la scomparsa di Arturo Roca. L'ex dipendente comunale, 70 anni, in pensione da diverso tempo, è Read more

Abellinum, il senatore Grassi: “Più fondi alla Cultura”. Antonacci: “Faremo la nostra parte fino in fondo”

«Scarsità di fondi e difficoltà ad individuare le persone giuste cui affidare il rilancio e la cura dei beni archeologici: Read more

“Atripalda, cinema sotto le stelle” in Piazzetta degli Artisti da giovedì sera

L’organizzazione della rassegna  cinematografica farà da sfondo e da intrattenimento all’estate atripaldese, da luglio ad agosto. In particolare il Comune Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *