alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, il bollettino di oggi dell’Asl: 89 i positivi, 4 ad Atripalda L’ex sindaco Andrea De Vinco propone la cittadinanza onoraria per l’immunologo americano Anthony Fauci di origini atripaldesi Coronavirus, il cordoglio del sindaco di Atripalda Spagnuolo per il secondo decesso Coronavirus, secondo decesso ad Atripalda: morto un 64enne ricoverato al Moscati Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 126 contagiati in Irpinia Coronavirus, scuole chiuse ad Atripalda fino al 7 dicembre Coronavirus, fino al 7 dicembre confermata la didattica a distanza dalla seconda classe della scuola primaria. A breve l’ordinanza della regione “ABC Atripalda Bene Comune” festeggia un anno di attività. Roberto Renzulli: “città nel degrado, l’Amministrazione non ci ascolta” Piantumato l’albero donato al Comune dai giovani di “Idea Atripalda” Il Consorzio A5 a confronto su Donne e Opportunità

Scatta l’allarme, sfuma il colpo alla gioielleria «La Rocca» nella sede di Avellino

Pubblicato in data: 13/2/2011 alle ore:14:08 • Categoria: Cronaca

corso-vittorio-emanuele-avellinoL’allarme è scattato nel cuore della notte alla centrale operativa della Cosmpol. I malviventi stavano tentando di introdursi nella gioielleria «La Rocca», nella sede di Avellino al corso Vittorio Emanuele.
Il negozio è di proprietà della nota famiglia atripaldese di gioiellieri La Rocca-Saporoso.
Il segnale dell’antifurto ha messo in fuga i rapinatori rendendo vano il loro piano criminoso. Pochi minuti più tardi, è giunta sul posto una pattuglia della società di vigilanza privata a cui è stata affidata la sorveglianza dell’oreficeria «La Rocca», bersaglio dei ladri. I ladri hanno forzato l’ingresso dell’attività commerciale, nel cuore della città, nel tentativo di svaligiarla. L’audace e ben congegnato furto ai danni dell’oreficeria non è dunque riuscito per un imprevedibile contrattempo. I ladri non avevano fatto i conti con l’efficiente sistema di allarme installato nel negozio. Probabilmente nei giorni scorsi hanno controllato orari di apertura e chiusura della gioielleria e abitudini dei titolari, studiando ambiente e movimenti. Fino a tentare il colpo. Hanno atteso la notte e che le strade fossero deserte per poter entrare in azione. Approfittando dunque del buio, la banda si è diretta verso il negozio. Nervi saldi, arnesi per scassinare alla mano, dopo i primi tentativi di effrazione, il congegno di sicurezza ha iniziato a suonare, spaventando però i malviventi e mettendoli in fuga. L’allarme ha permesso agli agenti della sorveglianza privata di giungere tempestivamente sul posto. Dopo il primo sopralluogo sono stati allertati anche i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino e sul posto è giunto immediatamente anche il titolare del punto vendita, l’atripaldese Roberto Saporoso. I ladri, secondo i primi rilievi, avrebbero tentato di forzare la porta d’ingresso, sulla quale sono stati trovati segni di manomissione. Nulla però è stato asportato. I militari hanno rilevato le impronte che i rapinatori hanno lasciato e avviato le indagini per poter risalire alla loro identità. Nelle mani degli inquirenti anche alcuni filmati delle telecamere posizionate nelle vicinanze di altri negozi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *