alpadesa
  
Flash news:   Giovedì ad Avellino la marcia di Libera contro le mafie Lotta alla povertà: cosa cambia. Il Consorzio A5 ne discute con l’Alleanza contro la povertà Lacrime, striscione e applausi per Vittorio Salvati. FOTO Vucinic: “ci attende un calendario fitto di impegni” Il presidente Biancardi ad Atripalda:«Sanità lontana dalla gente. C’è bisogno di confronto e dialogo con tutte le parti sul territorio». FOTO Serie B, non basta il cuore all’Atripalda Volleyball: Ottaviano passa 3 a 1 Seconda vittoria consecutiva per la Sidigas: battuta Reggio Emilia. Foto Oggi il giorno del dolore e dell’addio a Vittorio Salvati Il Centro Informagiovani comunale alla ricerca di un nuovo gestore: ecco l’avviso pubblico Dramma a Torino, i risultati dell’autopsia a chiarire le cause della morte di Vittorio Salvati. Domani sera la salma torna ad Avellino, i funerali a San Ciro domenica alle ore 16. Cordoglio e commozione

Nuova tragedia nella cittadina del Sabato, operaio cassintegrato della Fma si toglie la vita

Pubblicato in data: 16/2/2011 alle ore:13:18 • Categoria: CronacaStampa Articolo

p1160310Nuova tragedia nella cittadina del Sabato. Un operaio dell’Fma si è tolto e la vita, impiccandosi nella sua abitazione. Si allunga così, purtroppo, la triste scia dei suicidi in Irpinia, a sette giorni di distanza da quello del dipendente comunale Pasquale Guanci, che ha tanto scosso l’intera comunità atripaldese che piange ancora e si interroga di nuovo sui motivi che stanno, e si cerca di capire meglio, dietro la scomparsa drammatica di un altro dei suoi figli. Carmine Spina, quarant’anni, operaio della Fma di Pratola Serra, attualmente in cassa integrazione, si è tolto la vita nella mattinata di ieri impiccandosi all’interno della propria abitazione in contrada Fellitto (foto), una zona periferica della cittadina, in prossimità di via Pianodardine. Ha deciso di farla finita, forse per difficoltà che non riusciva più a gestire. A ritrovare il corpo senza vita dell’operaio che da tempo, oramai viveva da solo dopo essersi separato dalla moglie dalla quale aveva avuto un figlio, sono stati i genitori ed alcuni familiari. Tutti, presi dall’ansia e da un terribile presentimento alla luce di un ingiustificato, lungo silenzio, si sono rivolti ai carabinieri. I sospetti sono diventati certezza una volta trovatisi dinanzi al corpo senza vita del loro congiunto: uno strazio e un dolore immenso, la naturale reazione dei parenti, colti anche da una disperazione immensa per un gesto apparentemente inspiegabile. Sul posto sono intervenuti i militari della Compagnia dei carabinieri di Avellino, insieme ai colleghi della locale stazione, guidati dal comandante Costantino Cucciniello; immediato l’arrivo anche del 118 i cui medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’operaio. Dalle condizioni del corpo, gli investigatori presumono che l’estremo gesto sia stato compiuto nella tarda serata di martedì. In corso indagini per stabilire le ragioni che hanno potuto spingere il giovane operaio all’insano gesto. Sul corpo è stato eseguito anche l’esame esterno di rito da parte del medico legale; informato dell’accaduto il magistrato di turno del Tribunale di Avellino. Chi ha visto Carmine Spina negli ultimi giorni, lo ricorda come una persona tranquilla, serena, che non mostrava segni di inquietudine: niente avrebbe fatto presagire quel terribile gesto. Negli ultimi mesi l’operaio aveva lavorato a Termoli, in trasferta, per arrotondare un salario divenuto troppo basso a causa del perdurare della cassa integrazione alla Fma di Pratola Serra. Appassionato di calcio, Spina aveva anche un passato da artigiano: per anni aveva gestito una bottega nel centro storico della città, coltivando ed attingendo reddito dalla passione trasmessagli dal padre falegname. Da molti era considerato un artista del legno, ebanista e restauratore competente e preciso. Un nuovo suicidio quello di Spina che scuote l’intera comunità atripaldese, ancora sotto choc per la morte di Pasquale Guanci e che dopo pochi giorni ripiomba in una nuova tragedia legata al male di vivere.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 3,67 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *