alpadesa
  
Flash news:   Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto L’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Salsano condannato in primo grado dal Tribunale di Avellino Sbanda con l’auto e abbatte una palma. Foto Ignoffo: «Tre punti fondamentali, ma abbiamo sofferto fino alla fine» L’Avellino corsara con il Picerno: terza vittoria consecutiva Nozze Donnarumma-De Maio, auguri Il Circolo Amatori della Bici finalmente a braccia alzate Incendio a Pianodardine, scattano i divieti. Il sindaco di Atripalda firma l’ordinanza

L’atripaldese Giovanni Moschella nell’Enciclopedia della canzone napoletana

Pubblicato in data: 25/2/2011 alle ore:16:00 • Categoria: CulturaStampa Articolo

giovanni-moschellaSensibile autore, l’atripaldese Giovanni Moschella è presente nella nuova enciclopedia illustrata della canzone napoletana, composta da sei volumi e curata dal giornalista Pietro Gargano e che sarà presentata prossimamente a Napoli. L’attuale verseggiare di Giovanni Moschella è ancor più sentito, ma il poeta irpino non precisa con versi compatti o accattivanti, bensì stende, in filigrana, muti desideri per un nuovo possibile e mondo migliore. La poesia di Moschella è tutta indirizzata a tessere panorami reali, senza nascondimenti, ed in lui preme anche la voglia di sogni e di emozioni.
Cromatismi dialettici intervallano di luci e di ombre le vibrate memorie. L’autore dettaglia, circostanzia e spiega, in sequenze straordinarie, elementi della figurazione reale.
La sua immaginazione, seppur fertilissima, risucchia il dato scalpitante e ripercorre note passate, nonché riferimenti ultimi. L’autore elabora e predispone minute misure e sottili impronte, che regola nel cuore. Nel suo giornaliero esercizio di poeta cerca di fissare sostanze per attendere e cogliere acute soglie e circonferenze dei limiti, ma fa di tutto perché ci sia un varco, un respiro, un’apertura del domani per questo mondo stravolto. I suoi intendimenti indugiano, con muta discrezione, sui sentieri del margine, della frontiera e della cortina, che restringe la nostra linfa vitale, quella che intende colmare la vita di passioni nella logica del superamento delle tensioni.
Giovanni Moschella sa “leggere” i movimenti della “street corner society” e gli eventi mondiali ed, allora, il vivere con i sussulti osa controllarlo per meglio esaminarlo. Qui entra in gioco una profonda presa di coscienza, rinforzata e corroborata da ciò che si è e da ciò che è stato seminato. Il “focus” della consapevolezza di Giovanni Moschella prende spunto da allarmate vene intimistiche, e cala, così, il suo interesse sulle umane vicende.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *