alpadesa
  
sabato 19 settembre 2020
Flash news:   Il Parco archeologico di Abellinum e la basilica paleocristiana di Atripalda interessati da lavori di pulizia straordinaria. Foto Giovani e lavoro, l’impegno di Alessia Castiglione (Fdi): “Eliminare tutti gli ostacoli alla creazione di occupazione e ricchezza” Regionali, il candidato Luigi Tuccia: «L’equità sociale e la salvaguardia dell’ambiente sono le sfide per realizzare il domani» Regionali, Carlo Iannace questa mattina incontra gli elettori di Atripalda Il colonnello Luigi Bramati nuovo Comandante Provinciale dei Carabinieri di Avellino Presentata la Maglia Ufficiale dell’Us Avellino per la Stagione 2020/21 Serie B, Scandone: esordio con Pozzuoli il 15 novembre Serie C 2020/2021, ecco il cammino dell’Avellino Festeggiamenti Santo Patrono San Sabino Vescovo, oggi messe all’aperto in piazza Umberto I ad Atripalda Regionali, il movimento politico “Irpinia Adesso” al fianco di Alessia Castiglione (Fdi)

L’atripaldese Giovanni Moschella nell’Enciclopedia della canzone napoletana

Pubblicato in data: 25/2/2011 alle ore:16:00 • Categoria: Cultura

giovanni-moschellaSensibile autore, l’atripaldese Giovanni Moschella è presente nella nuova enciclopedia illustrata della canzone napoletana, composta da sei volumi e curata dal giornalista Pietro Gargano e che sarà presentata prossimamente a Napoli. L’attuale verseggiare di Giovanni Moschella è ancor più sentito, ma il poeta irpino non precisa con versi compatti o accattivanti, bensì stende, in filigrana, muti desideri per un nuovo possibile e mondo migliore. La poesia di Moschella è tutta indirizzata a tessere panorami reali, senza nascondimenti, ed in lui preme anche la voglia di sogni e di emozioni.
Cromatismi dialettici intervallano di luci e di ombre le vibrate memorie. L’autore dettaglia, circostanzia e spiega, in sequenze straordinarie, elementi della figurazione reale.
La sua immaginazione, seppur fertilissima, risucchia il dato scalpitante e ripercorre note passate, nonché riferimenti ultimi. L’autore elabora e predispone minute misure e sottili impronte, che regola nel cuore. Nel suo giornaliero esercizio di poeta cerca di fissare sostanze per attendere e cogliere acute soglie e circonferenze dei limiti, ma fa di tutto perché ci sia un varco, un respiro, un’apertura del domani per questo mondo stravolto. I suoi intendimenti indugiano, con muta discrezione, sui sentieri del margine, della frontiera e della cortina, che restringe la nostra linfa vitale, quella che intende colmare la vita di passioni nella logica del superamento delle tensioni.
Giovanni Moschella sa “leggere” i movimenti della “street corner society” e gli eventi mondiali ed, allora, il vivere con i sussulti osa controllarlo per meglio esaminarlo. Qui entra in gioco una profonda presa di coscienza, rinforzata e corroborata da ciò che si è e da ciò che è stato seminato. Il “focus” della consapevolezza di Giovanni Moschella prende spunto da allarmate vene intimistiche, e cala, così, il suo interesse sulle umane vicende.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *