alpadesa
  
sabato 28 novembre 2020
Flash news:   Piantumato l’albero donato al Comune dai giovani di “Idea Atripalda” Il Consorzio A5 a confronto su Donne e Opportunità Coronavirus, i numeri di oggi del contagio in Irpinia: 160 i positivi, 3 ad Atripalda Installazione colonnine per la ricarica auto elettriche ad Atripalda, nominata la commissione giudicatrice per l’apertura delle offerte Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 1 ad Atripalda. Ecco il bollettino dell’Asl Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, sopralluogo e richieste di autorizzazione per i due progetti di riqualificazione e di risanamento idrogeologico ad Atripalda. Foto Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro Coronavirus, altri 3 contagiati ad Atripalda e 61 nuovi positivi in Irpinia Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice» Spaccia di droga: 40enne di Atripalda dai domiciliari al carcere

Mangiar sano e dimagrire, ecco i consigli della nutrizionista Silvia De Gisi per mettersi in linea prima dell’estate

Pubblicato in data: 27/2/2011 alle ore:14:45 • Categoria: Attualità

silvia de gisiLa primavera è alle porte: è giunto il momento di tirare le somme e mettersi a dieta. Un’alimentazione più ricca di grassi e zuccheri e più calorica, aggiunge facilmente uno o due chili supplementari a quelli che si accumulano di media durante l’inverno.
La dieta migliore dovrà essere bilanciata e a base di cibi integrali, con un apporto minimo di grassi, zuccheri e colesterolo ma ricca di frutta e verdura e accompagnata da esercizio fisico.
Ecco alcuni consigli alimentari della biologa nutrizionista Silvia De Gisi (foto) per ritornare in forma prima dell’estate.
Occorre innanzitutto dedicare più attenzione all’acqua e alle tisane drenanti a base di tarassaco e betulla ma anche al thè verde e orzo non zuccherato, menta piperita e finocchio dolce, dalle loro proprietà digestive. «Bere ogni ora un bicchiere di acqua minerale con residuo fisso secco superiore a cinquecento milligrammi per litro e con un contenuto di ioni bicarbonato (HCO3-) superiore a seicento milligrammi per litro», consiglia la dottoressa De Gisi. Durante i pasti delle feste sono state introdotte dosi eccessive di sodio causa di ritenzione di acqua nei tessuti corporei e di proteine animali con effetto acidificante sull’intero organismo. Occorre, quindi, eliminare la ritenzione idrica con acqua minerale ricca di potassio, calcio e magnesio e povera di sodio. «Per raggiungere questo obiettivo – suggerisce la nutrizionista – è bene scegliere acqua minerale con residuo fisso secco elevato, che esprime la presenza di questi minerali ma allo stesso tempo è un’acqua ricca di bicarbonato per contrastare l’acidità dell’organismo». La scelta giusta dell’acqua aiuta l’intero organismo per questo occorre leggere bene l’etichetta.
E’ necessario, inoltre, ridurre l’introito calorico dimezzando le porzioni di carboidrati (pane, pasta, riso, patate) e controllando la quantità di grassi senza mai eliminarli del tutto, «Consiglio di mangiare un mestolo di pasta, riso o cereali integrali con molta verdura, che aiuta ad umentare il senso di sazietà, – spiega la biologa atripaldese – con un secondo piatto a base di carne, preferibilmente bianca, o pesce in porzioni normali, il tutto condito con due cucchiaini di olio extra vergine di oliva, che non va mai eliminato completamente».
Un altro trucco per ritornare in forma è evitare di esagerare a cena. Di sera infatti, i ritmi naturali dell’organismo rallentano, cala il fabbisogno calorico e si acquista una maggiore capacità di trasformare in grasso tutto quello che viene mangiato. Attenti anche alla modalità di cottura: privilegiare la bollitura e la cottura al vapore. Attenzione, infine, a non saltare mai la colazione e sostituire gli snacks confezionati con spuntini a base di frutta fresca di stagione o spremute fresche di tre arance e due limoni, ottime per combattere l’influenza del periodo invernale, perché ricchi di vitamina C. «Non saltare mai i pasti – raccomanda la dottoressa – perché non solo non serve a dimagrire ma è dannoso per l’organismo. Fate cinque piccoli pasti al giorno per una settimana e vedrete che il peso si rimetterà in ordine». E’, dunque, d’obbligo ridurre le calorie, ma è anche necessario muoversi di più, «Può bastare anche una lunga passeggiata di circa un’ora al giorno, – conclude la biologa nutrizionista – ponendosi come obiettivo quattromila passi quotidiani».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *