alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

VI Giro della Costiera, squalifica per il 1° e 2° classificato: vincono Valletta e Mastantuoni

Pubblicato in data: 1/3/2011 alle ore:13:40 • Categoria: Ciclismo, Sport

luigi_mastantuoniIl giallo del doping e una spaventosa caduta ha contrassegnato in negativo il 6° Giro della Costiera, gara ciclistica amatoriale di medio fondo svoltasi domenica sulla distanza di 101 chilometri sulle strade della penisola sorrentina e della costiera amalfitana. La classifica finale è stata sconvolta al termine del controllo a sorpresa antidoping che ha inteso eseguire i medici del Ministero della Sanità ai primi otto classificati dell’ordine di arrivo. Riccardo Laudano del Team Rummo-Giannini-Diesse-Busico e Giovanni Esposito del Team Calcagni-Cavaliere rispettivamente primo e secondo al traguardo non si sono presentati ai controlli e quindi esclusi dalla classifica. Cosi, la vittoria è andata al tammarese Antonio Valletta (Rummo-Giannini-Diesse-Busico) giunto terzo al traguardo. Piazza d’onore per l’irpino Luigi Mastantuoni (foto) (Valle Suessola-Mastantuoni sport) di Rotondi, completa il podio il sannita Antonio Marotti (Team Calcagni-Cavaliere). Mentre, Domenico Ercolano (Ciclismo Sorrentino), Gaetano Colletta (Sirino Cycling), Francesco Fiorenza (Team Calcagni-Cavaliere), Antonio Borrelli (Rummo-Giannini-Diesse-Busico) e Roberto Pepe (Velosport Sorrentino) si sono classificati rispettivamente quarto, quinto, sesto, settimo e ottavo. In precedenza la corsa era stata contrassegnata dal grave incidente che ha visto coinvolto lo sfortunato diciannovenne ciclista di Pozzuoli Francesco Del Giudice (Team Raffaele Illiano). Mentre attraversava località Albori del comune di Vietri sul Mare è infatti finito in una scarpata dopo un volo di circa quindici metri. La fitta vegetazione ha accudito all’impatto e per l’atleta solo lieve fratture per le quali e stato necessario il ricovero in ospedale. Mentre difficoltose sono state le operazioni di soccorso dei Vigili del Fuoco e dei Volontari della Protezione Civile. Ma, veniamo alla cronaca della corsa. Organizzata dall’ASD Velosport Sorrentino con il supporto tecnico dell’USAcli Ciclismo Campania, ha visto allo start di partenza, Piazza Vittorio Veneto in Meta di Sorrento, circa 400 concorrenti provenienti da tutte le regioni centro sud Italia. La partenza ufficiale è avvenuta nel comune di Cava dei Tirreni. Ad Amalfi prendono il largo tre atleti: Laudati, Esposito e Cappiello. Sullo strappo di Positano, Cappiello perde contatto mentre Esposito e Laudati fanno il vuoto alle loro spalle e si lanciano nella volata sul traguardo di Meta. Poi la decisione dei giudici, ormai, è storia nota. Vittoria ad Antonio Valletta (Rummo-Giannini-Diesse-Busico) ha impiegato a percorrere i 101 km in 2:57′, 51” alla media di 34,07 km/h. Tra gli atleti irpini in evidenza il 36mo posizione di Michelino Luciano (AZ Auto Solofra) di Solofra, il 76mo posto di Alfonso Armerini (Irpinia Bike) di Atripalda e 85ma posizione di Pietro Cardinale (Irpinia Bike) di Ariano, il 96mo posto di Salvatore Gisolfi (Team Las Vegas) di Montoro Inferiore. Una corsa che, comunque, lascia tanta amarezza per le vicende poco sportive che non anno nulla a che fare con il ciclismo e con lo sport in generale.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia

Gli sportivi in generale stanno vivendo questo periodo con la consapevolezza di un momento molto particolare causa covid-19. Ma è Read more

Ciclismo, Antonino Siconolfi atripaldese doc dell’A.S. “Civitas-ProfumeriaLucia”  

L’A.S.Civitas-Profumeria Lucia presenta Antonino Siconolfi, atripaldese doc, classe ‘87 per 176 cm di altezza e  86 chilogrammi, passista. Ha iniziato Read more

Ciclismo, la determinazione di Bruno Riccio dell’A.S. “Civitas-Profumeria Lucia“

Per diventare un ciclista bisogna avere passione, tenacia, una grande forza di volontàe e soprattutto avere le giuste motivazioni. La Read more

Ciclismo, l’A.S.“Civitas-Profumeria Lucia” presenta Antonio Verrilli

Continua il “viaggio” virtuale per conoscere più da vicino il profilo tecnico degli atleti della compagine atripaldese “A.S.Civitas-Profumeria Lucia”. E’ Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *