alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Auguri di buon compleanno all’imprenditore Vincenzo Iervolino Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese Coronavirus, 2 nuovi positivi ad Atripalda e 69 contagiati in Irpinia Stop all’uso delle acque del torrente Fenestrelle inquinato, scatta l’ordinanza sindacale ad Atripalda Verifica e salvaguardia degli Equilibri di bilancio 2020.2022, si torna in Consiglio ad Atripalda lunedì 7 dicembre Coronavirus, sono 109 le persone positive in Irpinia oggi: 2 ad Atripalda

Assemblea Vigili, continua lo stato di agitazione in Comune

Pubblicato in data: 3/3/2011 alle ore:22:30 • Categoria: Cronaca

assemblea-vigili

Prosegue lo stato di agitazione al Comando dei Vigili Urbani di Atripalda, dopo lassemblea sindacale della Cisl-Fp di questa mattina.
 L’assemblea ha visto la partecipazione del rappresentante sindacale  Lucio Solimene e l’adesione del vicecomandante Sabino Picone e degli agenti Carmine D’Agostino e Fausto Di Rito  (iscritti alla Cisl) e Soccorso De Pascale.
Dalle ore 10 di stamattina fino alle ore 12 si è discusso con il proprio rappresentante sindacale Solimene sulle problematiche inerenti al personale del Comando. 
Gli agenti hanno avuto poi, a termine dell’assemblea, un incontro con il sindaco Aldo Laurenzano al quale hanno rinnovato la richiesta che vengano assunti provvedimenti atti a restituire dignità al corpo di Polizia Municipale.
Una frattura che si fa sempre più netta fra gli stessi agenti della Polizia municipale della cittadina del Sabato, una guerra intestina che rischia di paralizzare l’attività sul territorio.
assemblea-vigili2Nel comunicato stampa della Cisl-Fp vengono elencate alcune richieste: «La CISL FP ha da tempo sottolineato che, – si legge in una nota – poiché i locali adibiti al Comando di Polizia municipale sono dislocati su tre livelli di uffici, risulta difficile un coordinamento delle operazioni nonché delle vere e proprie comunicazioni tra gli agenti operanti. Gli stessi locali sono inidonei ed insalubri quindi inosservanti del rispetto della normativa 626/94 sia dal punto di vista della sicurezza che dell’igiene. Gli addetti alla P.M. chiedono l’attivazione di una polizza, secondo il disposto dell’art. 208 del C.d.S., ai fini previdenziali ed assistenziali. Una soluzione radicale riguardo al clima di tensione che da più tempo è in atto presso gli uffici della P.M. per un diffuso malcontento esistente tra i rapporti intercomunicativi del personale dipendente. Pertanto, confermando lo stato di agitazione ed essendo giunto, durante lo svolgimento dell’assemblea, un invito formale da parte del Sindaco per un incontro con tutti gli addetti alla P.M., si sospendono ulteriori forme di lotta sindacale».
Il sindaco quindi promette di mediare e sanare la frattura, ma: «Nel caso che tale tentativo di conciliazione bonaria non abbia effetto positivo – conclude la nota della Cisl-Fp -, si porrà in essere ogni azione di competenza anche presso il tavolo di conciliazione in Prefettura a tutela dei lavoratori».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *