alpadesa
  
Flash news:   Atripalda, scuole chiuse fino al 29 novembre: ecco l’ordinanza del sindaco Verifica e salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2020.2022, lunedì 30 novembre torna il Consiglio comunale ad Atripalda Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 5 a Atripalda Coronavirus: Atripalda piange la morte di Michele, volontario tra le macerie de L’Aquila 40° anniversario del terremoto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Profonda ferita, immensa la volontà e la forza per ripartire” Coronavirus, in Italia superati i 50mila decessi in nove mesi. In Campania 2.158 nuovi contagiati Coronavirus, il sindaco di Atripalda pronto a far slittare la riapertura di Infanzia e prima elementare al 30 novembre 40° anniversario del terremoto in Irpinia, il vescovo Aiello: “Alle 19:34 il suono delle campane delle chiese in memoria delle vittime” Coronavirus, in Campania da mercoledì 25 novembre si torna in classe per l’Infanzia e prime classi della Primaria 40° anniversario del terremoto in Irpinia: i Carabinieri commemorano le vittime del sisma e i caduti dell’Arma. VIDEO

Nel dopo gara di Pomezia parlano Vullo e Acoglanis

Pubblicato in data: 6/3/2011 alle ore:21:00 • Categoria: Avellino Calcio

acoglanisMister Totò Vullo, si presenta in sala stampa molto contento ed entusiasta dei suoi ragazzi e commenta così la vittoria al Comunale di Pomezia, contro la locale formazione: “L’approccio è stato ottimo. Nei primi minuti abbiamo avuto un atteggiamento goliardico. La squadra si è messa subito a fare la partita. Abbiamo iniziato subito a macinare gioco, poi sbloccando il risultato la gara si è messa in una posizione ottimale. Non posso dire che sono i primi quarantacinque minuti migliori della stagione perché sono qui da solo tre giornate. Sono comunque soddisfatto e questo mi fa ben sperare per il prosieguo del campionato. La squadra aveva bisogno di mettere in evidenza il carattere, cosa che oggi è venuta fuori. Ciccio Millesi assomiglia molto a Vullo calciatore ma sull’out opposto. La sua qualità è indubbia ed oggi l’abbiamo vista. Sono contento per Scandurra che abbia lottato e difeso, ma il gol gli ha dato una spinta in più di cui aveva bisogno. Sui tifosi non ho alcun dubbio, era normale che domenica scorsa sono usciti demoralizzati dal Partenio. Ora mi aspetto che al Partenio ne vengano molti così da aumentare la presenza degli spettatori. Infine posso dire che tutti i calciatori sono stati bravi a cominciare da Marruocco, Rinaldi e Puleo. Il gruppo è vivo cosa importante per il prosieguo del campionato. Per quanto riguarda l’infortunio a Ricci, il giocatore ha avuto una piccola distorsione ed è stato necessario sostituirlo; la stessa cosa è successa a Millesi e a Bruno”.
In sala stampa anche il centrocampista biancoverde, Diego Acoglanis (foto), autore della terza rete per l’Avellino. Il suo è stato veramente un euro goal ed commenta cosi la vittoria di oggi a Pomezia: “È stata una partita molto importante, sapevamo che non potevamo sbagliare. Abbiamo disputato una grande partita contro una grande squadra. Una buona partita di tutta la squadra e una vittoria corale. Speriamo di continuare così e di vincere anche domenica al Partenio contro il Melfi. Oggi ho fatto solo il mio dovere in mezzo al campo per vincere la partita, non ho fatto nulla di straordinario. Mister Vullo vuole che si attacchi la squadra avversaria. Stiamo imparando i sui meccanismi per arginare gli avversari.  Dobbiamo trovare un equilibrio per dire che l’Avellino può arrivare secondo, ora bisogna vincere anche in casa e non solo in trasferta. Il nostro obiettivo è continuare a cercare la migliore posizione nella griglia play off”. 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *