alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

Rifiuti, parte IrpinAmbiente. Il costo pro capite sarà di 127 euro

Pubblicato in data: 7/3/2011 alle ore:14:26 • Categoria: Attualità

rifiuti_conferimento_camionLa società IrpiniAmbiente Spa con una nota spiega alcuni aspetti relativi al piano dei costi del sistema del ciclo dei rifiuti in provincia di Avellino, pronto ormai a partire. “Il costo pro capite di 127 euro – si legge in un comunicato stampa – rappresenta la semplice divisione tra tutti i residenti in Irpinia del costo totale del sistema, a cui va aggiunto il costo dello smaltimento dell’indifferenziato. Il costo complessivo del sistema, poi, sulla base dei regolamenti comunali, verrà ripartito, con aliquote diverse, sulle varie componenti cioè, tra famiglie, attività commerciali, attività industriali, ecc. Pertanto dire che le famiglie pagheranno euro 127,00 a componente del nucleo familiare è inesatto. Ancora, in relazione ad alcune notizie concernenti il mancato raggiungimento in alcuni comuni della Provincia di Avellino (Ariano, Grottaminarda e Mirabella Eclano) degli obiettivi di raccolta differenziata, quale causa dell’aumento dei costi del servizio, si precisa che ciò non risponde a vero. Tali amministrazioni stanno lavorando in piena sintonia con la società, ma che il problema principale dell’aumento dei costi riguarda tutti comuni della provincia in quanto gli obiettivi prefissati dalle linee regionali del 75% nel 2013 comportano servizi spinti di raccolta porta a porta su tutte le frazioni escludendo quasi completamente la raccolta stradale“.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
I comuni non pagano: Irpiniambiente sospende il servizio di raccolta rifiuti. Stamattina riunione in Prefettura, Guidato cerca di mediare

Un buco nei conti che tocca quota 40 milioni di euro. Una cifra da capogiro per Irpiniambiente. I comuni continuano Read more

Emergenza neve, ancora a rilento la raccolta rifiuti in città

Emergenza neve, ancora a rilento l'intervento degli operai di IrpiniAmbiente per la rimozione dei rifiuti in città. Il servizio di Read more

Raccolta differenziata flop in città, ecco le pagelle della Defiam

Atripalda, Mercogliano, il centro di Avellino e Solofra sono le zone del territorio irpino dove la raccolta differenziata dei rifiuti Read more

Comune di Atripalda debitore per un milione e settecentomila euro, raccolta rifiuti a rischio in città

I Comuni debitori a rischio raccolta rifiuti. «IrpiniAmbiente» infatti è pronta a bloccare i servizi per tutti quei comuni morosi. Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *