alpadesa
  
Flash news:   Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori Nuovi parcometri ad Atripalda, l’opposizione “Noi Atripalda” boccia il bando: «un spreco per la città» Coronavirus, un nuovo contagio ad Atripalda Bomba carta alla Formaggeria, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “atto vile, bisogna lavorare in sinergia. L’Amministrazione dia vita ad iniziative culturali forti”

Totò Vullo:«Dedico la vittoria ai tifosi, ad uno in particolare»

Pubblicato in data: 14/3/2011 alle ore:11:45 • Categoria: Avellino Calcio

salvatore vulloIl tecnico biancoverde Totò Vullo, in sala stampa commenta la vittoria contro il Melfi: «Troppa sofferenza la partita poteva essere chiusa nel primo tempo ma in tre minuti ci siamo complicati la vita da soli. Sul due a uno è normale che vai in affanno, i cambi sono saltati anche per l’espulsione di Caso. Alla fine la squadra ha retto discretamente ora dobbiamo approfittare della sosta per lavorare. Abbiamo avuto tante occasioni, però a differenza delle altre volte chenon la vedevamo  la porta , oggi abbiamo colpito tante traverse e pali. L’unico sbaglio è stato il dribbling di Caso dove il Melfi ha tirato una punizione dal limite dell’area. Bruno ha giocato una partita quasi perfetta. Puleo doveva stare più attento, giocando in spazi grandi doveva mantenere palla che non potevamo buttar via. Con De Angelis e Scandurra abbiamo creato azioni di gioco favorevoli. Non ci sono giocatori in difesa più veloci, gli unici due che potevano cambiar passo, e l’hanno fatto bene, sono stati Bruno e Meola. Ho lasciato De Angelis per la rapidità della giocata riuscendo a far salire la squadra, mentre Scandurra ha bisogno di più spazio. Il risultato ci fa ragionare, altrimenti sarebbe stato drammatico. Noi siamo andati in affanno e fortunatamente chi è entrato ha dato veramente una mano in un momento di difficoltà del gruppo. Dobbiamo ringraziare anche coloro che sono fuori a malincuore. Alleno tutti i giorni, alla fine scelgo i giocatori che mi possono dare di più. Faccio le mie scelte, quindi, nel bene mi prendo gli elogi, ma mi assumo anche le responsabilità in caso di errore. Oggi la squadra ha sfoderato un grande carattere nella difficoltà e questo mi lascia ben sperare per il futuro. Faccio fatica a indicare qualcosa di negativo ad eccezione della macchinosità nelle ripartenze, ma questi sono i nostri giocatori e li dobbiamo gestire al meglio consapevoli dei limiti e delle qualità. Dedico questa vittoria ai tifosi che ci hanno sostenuto per tutta la gara. In particolare al tifoso Luigi Imborghino».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *