alpadesa
  
domenica 09 agosto 2020
Flash news:   Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora rumena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi”

Ubicazione mercato, gli assessori Di Pietro e Aquino:«Ad oggi non ci sono altre aree che possono garantire le condizioni igienico-sanitarie minime»

Pubblicato in data: 19/3/2011 alle ore:09:00 • Categoria: Comune

mercato«La decisione di prolungare l’orario di apertura degli esercizi commerciali è stata presa, in seguito alle richieste dei commercianti. L’Amministrazione comunale non ha fatto altro che a cogliere la richiesta, come già previsto nell’ordinanza comunale che regola il periodo estivo e in deroga anche per il periodo natalizio. Insomma, non si tratta di nessuna novità particolare», così l’assessore delegato al commercio Elio Di Pietro. «Detto questo, ho ribadito, nel corso della riunione con i rappresentanti sindacali dei venditori ambulanti che ci hanno chiesto un incontro sul mercato settimanale, la massima disponibilità dell’Amministrazione comunale al dialogo e al confronto, così come abbiamo dimostrato. Abbiamo affrontato tematiche ed eventuali soluzioni, ma non si possono perdere di vista i costi che qualsiasi decisione comporta. Non ci sono preclusioni, ovviamente, nel rispettare la decisione del referendum che ha coinvolto poco più di duemila persone, ma la decisione spetta al Consiglio comunale, valutati costi e tempi di realizzazione».
«Nell’incontro che si è svolto ieri pomeriggio con i rappresentanti dei venditori su area pubblica, sono state evidenziate le difficoltà che il mercato settimanale sta vivendo, ma è stato messo chiaramente in evidenza che, allo stato attuale, non ci sono altre aree che possono garantire le condizioni igienico – sanitarie minime per ospitare il mercato così com’è», così il vicesindaco di Atripalda Enzo Aquino. «Altri siti di delocalizzazione della fiera avrebbero bisogno di interventi strutturali e di adeguamento igienico – sanitario, che possano garantire la sicurezza dei prodotti e l’incolumità degli avventori – continua Aquino – Il Comune è impegnato a mantenere il mercato del giovedì».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
5 minuti con… online la rubrica d’approfondimento di AtripaldaNews. Video intervista ad Enzo Aquino (Pd)

5 minuti con… da oggi online la nuova rubrica di AtripaldaNews in collaborazione con il ristorante “La via delle Taverne” Read more

Torna la sosta a pagamento nel centro di Atripalda, da questa mattina in vigore i grattini. Guarda il Foto Servizio

Torna la sosta a pagamento nel centro di Atripalda a partire da questa mattina. Dopo un lungo periodo di stop Read more

Sosta a pagamento in centro, al via questa mattina il rifacimento delle strisce blu non senza polemiche dei commercianti

Sosta a pagamento in centro ad Atripalda, si riparte dai grattini. Dopo il flop per l'installazione dei parcometri, l'Amministrazione comunale Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *