alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

Alvanite, presentati i dati sul censimento tra liti nel comitato per il taglio degli alberi. Ci sarà un consiglio comunale aperto a breve. Laurenzano abbandona la seduta quando Marrano accusa la moglie. Guarda le Foto

Pubblicato in data: 21/3/2011 alle ore:23:30 • Categoria: Attualità

comitato-alvanite1Doveva essere un momento di confronto tra il comitato di quartiere, le istituzioni ed i residenti sulle problematiche e sulle possibilità di rinascita del popoloso quartiere periferico di contrada Alvanite. Invece a tratti la seduta si è trasformata in un’accesa riunione di condominio, tra furibonde liti, accuse e spaccature tra chi era stato favorevole al taglio degli alberi nella contrada e chi si è indignato invece per l’abbattimento di circa 40 alti fusti.
L’incontro, svoltosi sabato pomeriggio, era stato convocato dal presidente dimissionario del comitato di quartiere Massimo Marrano insieme ai quattro membri (Assunta Spagnuolo, Gabriella Conte, Elviro Spagnuolo e Carmine Alviggi) che si sono dimessi con lui.
comitato-alvanite2In sala molti consiglieri comunali ma pochissimi residenti. Troppo pochi.
Presenti per la maggioranza il vicesindaco Enzo Aquino, Antonio Tomasetti, Tony Troisi, Giacomo Foschi, Nancy Palladino, Luigi Tuccia, Franco Landi ed Andrea Montuori. Il sindaco Aldo Laurenzano, arrivato in ritardo, ha abbandonato i lavori, non appena Massimo Marrano ha accusato duramente la moglie Rita Noce. Per la minoranza invece Maurizio De Vinco, Arturo Iaione, Antonio Prezioso, Lello La Sala, Antonio Iannaccone, Antonio Acerra. In sala anche l’ex assessore Ulderico Pacia, Gerardo Iannaccone e altri ancora. Ma molti di loro hanno pian piano abbandonato i lavori proprio a seguito delle prime liti.
comitato-alvanite3La seduta ha preso il via con l’intervento di Massimo Marrano che ha illustrato i risultati di un censimento effettuato lo scorso anno. Un indagine che ha interessato 140 famiglie intervistate su 303. Diversi i dati interessanti emersi dalle rilevazioni che faranno certamente discutere: al 57% è il gradimento del quartiere; servizi da migliorare (centro commerciale, centro sportivo e centro sociale); servizi richiesti (ambulatorio medico e farmacia); per oltre il 50% è un problema la lontananza dal centro; l’80% degli intervistati ritiene le strade del quartiere insicure e pericolose; le carenze per gli edifici (assenza di ascensore ed infiltrazioni d’acqua); le cause dei problemi per il 70% sono legate ad errori amministrativi e superficialità della politica.
comitato-alvanite4Un lavoro che ha incassato il plauso di tutti gli intervenuti.
«La maggior parte delle persone – ha spiegato Marrano – avverte la difficoltà di spostarsi, legata agli scarsi mezzi di trasporto pubblici. Un quartiere che viene visto senza speranza dagli abitanti». Marrano ha anche spiegato i motivi delle proprie dimissioni: «Nessuno in questi anni si è mai degnato di coinvolgerci. Ad oggi il Comitato di quartiere non ha ancora lo Statuto».
comitato-alvanite5Poi l’avvio della discussione con diversi interventi segnati da una crescente litigiosità. Ad infuocare la seduta il momento in cui si è discusso del taglio degli alberi tra chi come Marrano ed altri ha accusato di un vero e proprio scempio ed alcuni residenti che invece hanno difeso il taglio. Al centro delle polemiche è finito l’assessore all’Ambiente Foschi, che dopo aver ripercorso tutta la vicenda, ha promesso che nel caso in cui dalla Procura emergessero responsabilità dell’Amministrazione, sarebbe pronto a dimettersi.
Tuccia e Palladino (anche lei finita al centro delle critiche nonostante l’impegno per far nascere il comitato) hanno provato invece a spiegare ai pochi residenti presenti il progetto di housing sociale che ha incassato il finanziamento dalla Regione.
comitato-alvanite6Alla fine gli amministratori presenti hanno concordato di convocare un consiglio comunale ad hoc su Alvanite aperto al Comitato ed il vicesindaco Aquino, a nome dell’amministrazione, ha invitato Marrano e gli altri componenti a ritirare le dimissioni.

comitato-alvanite7

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Dimissioni comitato di quartiere Alvanite, l’Amministrazione comunale si difende

Caro Presidente Marrano, cari membri del Comitato di quartiere di Alvanite, abbiamo appreso con sorpresa e profondo rammarico, la vostra Read more

Dimissioni Marrano, La Sala (MèL): “Denuncia dignitosa e ferma”

La lettera di dimissioni di Massimo Marrano, nella forma e nel merito, è un pubblico coraggioso j'accuse, che sarebbe folle Read more

Comitato di quartiere Alvanite, il presidente Massimo Marrano rassegna le dimissioni in una lettera aperta

Cari cittadini, caro sindaco, cari Amministratori e Consiglieri tutti, scrivo queste parole per comunicarvi che non ci sono più presupposti Read more

Gestione del verde pubblico, nota dell’Amministrazione comunale Spagnuolo: “Dopo la potatura dei platani ora interventi a contrada Alvanite, lungo il fiume Sabato, scuole e altre zone”

L'attività dell'Amministrazione comunale sulla gestione del verde pubblico, dopo la potatura dei platani in via Appia (a proposito della quale Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *