alpadesa
  
Flash news:   Riapre al pubblico, dopo mesi di chiusura, il parco archeologico Abellinum ad Atripalda Us Avellino, esonerato mister Ezio Capuano Furti ad Atripalda, lettera aperta al comandante generale dei Carabinieri della Campania: “perché avete deciso di depotenziare la Caserma Eugenio Losco?” “C’era una volta…“ l’addio al grande compositore Ennio Morricone nei versi di Gabriele De Masi Ripartono dopo mesi i lavori di rinaturalizzazione del fiume Sabato. Foto Coronavirus, tornano i contagi in Irpinia: ben otto nuovi casi nel Serinese Inaugurata ad Atripalda la sede dell’Unione Artigiani Italiani e delle Piccole Medie Imprese Irpinia Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia

La Sidigas cerca il pass promozione a Casoria

Pubblicato in data: 25/3/2011 alle ore:12:09 • Categoria: Pallavolo, Sport

sidigasPer la 21esima giornata di campionato la Pallavolo Atripalda scende in campo sul parquet del Palacasoria (ore 17.00). Ad attenderla c’è il Giotto, ultima della classe, alla disperata ricerca di punti per salvarsi ed evitare la retrocessione in B2, quei punti che alla Sidigas occorrono per la promozione in A2.
Un insidioso testa-coda nel quale gli aspetti motivazionali conteranno quanto quelli tecnici. La settimana di allenamenti rafforza le convinzioni in casa irpina: il gruppo si è espresso su ottimi livelli il che dovrebbe garantire un approccio grintoso e determinato, fattore fondamentale per rispecchiare sotto rete i valori della classifica. I biancoblu si ritroveranno a fare i conti con una squadra decisa a non mollare, alla prima gara casalinga con in panchina il nuovo allenatore dopo la sconfitta di sette giorni fa a Molfetta per 3-0; il nuovo mister, Calabrese, dovrebbe puntare su Ferrentino in palleggio e Vespero opposto, Pacecchi e Montò schiacciatori, centrali Saccone e Falanga, libero Ardito. L’ex di turno del match è il libero atripaldese Alessio Coppola fino allo scorso anno a Casoria.
Potenza – Molfetta, Brolo – Chieti, e Corigliano – Reggio, sfide tutte in programma per domenica, completano il quadro degli impegni delle dirette concorrenti. A sei dal termine della stagione questo week end potrebbe cominciare a scaglionare il gruppo compatto in vetta, l’imperativo in casa Sidigas è vincere. Decine di tifosi seguiranno la squadra nella vicina trasferta campana per sostenere Marolda e compagni. Ad arbitrare il derby la federazione ha designato la coppia laziale composta da Frederick Moratti (1°) e Graziano Gurgone (2°).

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Pallavolo, la Sidigas-HS incontra il sindaco Spagnuolo: ad Atripalda la presentazione della squadra nella Dogana dei Grani

Si è svolto in queste ore presso il Municipio di Atripalda un proficuo incontro tra il primo cittadino Paolo Spagnuolo Read more

Pallavolo Atripalda, l’appello della società a sponsor e Istituzioni: “Fate presto”

Ad una settimana dalla fine del campionato entra nel vivo la partita più importante per la Sidigas Hs Pallavolo Atripalda, Read more

Pallavolo Atripalda, il cda respinge le dimissioni e invita Guerrera ad avviare la programmazione della nuova stagione

Convocato con all'ordine del giorno le dimissioni rassegnate lo scorso 11 marzo, il Consiglio di Amministrazione della Ssd Pallavolo Atripalda Read more

Voglia di riscatto per la Sidigas Pallavolo Atripalda in attesa della trasferta di Molfetta

La terza giornata del girone di ritorno si avvicina, Atripalda sarà di scena a Molfetta, per entrambe le formazioni la Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *