domenica 21 luglio 2024
Flash news:   Atripalda in lutto: oggi l’addio ad Angela Romano de “I Sognatori” Violento incidente tra due auto ieri sera sulla Statale Settebis Cambi e riorganizzazione della pianta organica al Comune di Atripalda Dolore e commozione per l’ultimo saluto all’ex consigliere comunale Emilio Moschella Atripalda, appuntamento con cinema e teatro: “Rive incantate lungo il fiume” Il torrente Salzola si tinge di rosa: nuovi scarichi abusivi nel tratto che attraversa Atripalda Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato

Ospedale Landolfi, l’appello alla riorganizzazione della Cgil – Cisl

Pubblicato in data: 31/3/2011 alle ore:13:00 • Categoria: Attualità

ospedale-landolfiIl rischio che il Presidio Ospedaliero Landolfi di Solofra possa chiudere è sempre più concreto atteso che la carenza in organico del personale infermieristico nelle Unità Operative e soprattutto in quelle di ostetricia e ginecologia, non consente il mantenimento degli standard previsti dal piano – riferiscono i Segretari Generali della CGIL FP e della CISL FP, Gigi Mauro e Doriana Buonavita.
Infatti, con Decreto n. 49 del 27/09/2010, la Regione Campania ha definito il Piano di riassetto Ospedaliero che, per quanto attiene al Presidio Landolfi di Solofra, prevede la configurazione di tale struttura di I livello della rete dell’emergenza con pronto soccorso e il mantenimento in attività del punto nascita per un biennio, al termine del quale le attività saranno rivalutate.
Risulta lapalissiano che il mantenimento e/o miglioramento degli standard fissati per il citato Presidio Ospedaliero possano essere conseguiti solo se le figure professionali e l’organizzazione del lavoro vengano rivisitate ed adeguate alle esigenze e richieste dell’utenza e degli operatori del settore.
Da un’attenta e mirata analisi risulta che, tra la dotazione attuale del personale e la dotazione minima indispensabile, c’è una considerevole discrasia in termini di presenza di figure professionali di comparto, area dirigenza e medico infermieristica dovuta ad intervenuti trasferimenti, cessazioni dal servizio, attività svolte da lavoratori a contratto e carenze di personale mai ricoperte.
Pertanto, anche alla luce delle limitazioni sull’utilizzo dello straordinario e di altri istituti contrattuali non ancora definiti in delegazione trattante, si evidenzia una preoccupante situazione legata alla difficoltà di far fronte alle richieste dell’utenza nonché all’appesantimento dell’attività lavorativa che prevede, per i pochi operatori presenti presso la struttura orari di lavoro e turnazioni non più sostenibili.
La CGIL FP e la CISL FP hanno da tempo chiesto al Commissario Straordinario Sergio Florio un incontro, tenuto conto delle richieste sul fabbisogno del personale eventualmente prodotte dalla dirigenza del Presidio Ospedaliero Landolfi e delle necessità di addivenire in tempi brevi ad una migliore organizzazione del lavoro, concludono Mauro e Buonavita.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *