alpadesa
  
Flash news:   Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto Porta i cani nell’ex scuola di Rampa San Pasquale interdetta al pubblico, fermato dai Vigili Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Non bastano i rinforzi, Scandone sconfitta ancora a Corato Pari a reti bianche nel derby con la Cavese. Capuano: «Dovevamo vincerla» Il Consiglio d’Istituto del Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda elegge presidente Roberto Savarese ribaltando l’esito delle elezioni suppletive. Due genitori allontanati dai Vigili

Scuola e Amministrazione, riunione al Comune

Pubblicato in data: 1/4/2011 alle ore:12:00 • Categoria: ComuneStampa Articolo

municipioUn bando partecipato e un confronto continuo e costante con i dirigenti scolastici e i rappresentanti dei genitori degli alunni: sono questi gli aspetti più importanti emersi nel corso della riunione, svoltasi in comune, con il consigliere comunale delegato alla Pubblica Istruzione Nancy Palladino.
«E’ inutile e controproducente polemizzare tra Scuola e Amministrazione comunale, perché di mezzo ci sono i bambini e, pertanto, deve essere nostro dovere dialogare e collaborare per la risoluzione dei problemi – ha detto Nancy Palladino – una politica partecipata ci può consentire di risolvere molte difficoltà, tenendo conto della delicata situazione finanziaria che vive il nostro Ente. Ho apprezzato la disponibilità e la voglia di confrontarsi sia dei dirigenti scolastici che dei rappresentanti dei genitori, Antonio De Venezia e Serena Ricciarelli».
La riunione si è svolta in due momenti: nella prima parte sono stati affrontati i temi relativi alla pubblica istruzione con il funzionario De Rogatis, nella seconda quelli relativi alla funzionalità degli edifici con il tecnico Roca. «Per quanto riguarda il servizio di trasporto siamo giunti a una soluzione condivisa: in caso di pioggia nei giorni di manifestazioni o recite, il Comune metterà a disposizione il pullman. I primi dieci viaggi, nell’ambito dei venti chilometri, sono gratuiti perché già compresi nelle condizioni d’appalto. Gli ulteriori spostamenti, qualora dovessero servire alle scuole, saranno a disposizione ad un costo agevolato – continua il delegato alla Pubblica Istruzione – per quanto riguarda la mensa, a giugno faremo la nuova gara d’appalto e sono intenzionata a produrre un bando partecipato, nel senso che ascolteremo richieste, criticità e problemi del servizio per trovare una soluzione nelle condizioni del bando stesso».
In realtà, nei giorni scorsi, il consigliere Palladino e il funzionario comunale hanno effettuato una serie di sopralluoghi nelle tre mense per verificare disfunzioni e difficoltà, emerse in una serie di incontri informali con i dirigenti. La seconda parte della riunione è stata incentrata sulle strutture scolastiche: «Il funzionario Roca ha evidenziato la serie di interventi che hanno coinvolto gli edifici atripaldesi, relazionando anche sui lavori in programma – conclude – in questo caso sarà fondamentale la sinergia con l’assessore ai Lavori Pubblici, per decidere la priorità degli interventi, fermo restando che la scuola media Masi ha priorità in questo senso».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *