alpadesa
  
Flash news:   Operazione “Partenio 2.0”, ecco nel comunicato stampa dei Carabinieri i nomi dei 23 arrestati e le intercettazioni shock Scacco al clan “Partenio 2.0”: 23 arresti nell’operazione della D.D.A. della Procura della Repubblica di Napoli contro i clan camorristici Vincenzo Aquino eletto nuovo coordinatore delle Misericordie della provincia di Avellino Atti vandalici ai danni dell’ex scuola Primaria “Mazzetti” di via Manfredi Addio alla blogger, giornalista e insegnante Tina Galante Messa in suffragio del priore Giovanni Iannaccone questo pomeriggio nella chiesa di San Nicola da Tolentino Emergenza climatica, assemblea pubblica ieri sera nell’ex sala consiliare: il Comune pronto ad accogliere la richiesta di Idea Atripalda. Foto Conclusi i lavori di rifacimento del manto stradale in via Manfredi e via Tufarole. I cittadini chiedono la sistemazione dei marciapiedi. FOTO Riammesse al gratuito patrocinio dopo quattro sentenze di proscioglimento emesse da quattro Gup diversi Inaugurata la statua di Padre Pio a via Marino Caracciolo. Foto

Inseguivano l’auto del ministro atripaldese Gianfranco Rotondi, fermati due pregiudicati

Pubblicato in data: 2/4/2011 alle ore:14:47 • Categoria: CronacaStampa Articolo

gianfranco-rotondiDue pregiudicati, con precedenti per associazione mafiosa, avrebbero inseguito, stamane, sull’A/1 l’auto sulla quale viaggiava il ministro atripaldese Gianfranco Rotondi (foto), in viaggio dalla Capitale verso Bisaccia, dove in mattinata si commemora l’ex ministro Salverino De Vito. Come riferisce l’ufficio stampa di Rotondi, all’altezza di Ceprano sulla carreggiata Sud dell’Autosole, la scorta del ministro irpino ha fatto scattare l’allarme poiché un Suv di grossa cilindrata stava seguendo a distanza ravvicinata l’auto del ministro da molti chilometri. Volutamente è stata aumentata la velocità, ma il fuoristrada ha continuato a seguire per circa venti chilometri l’auto dell’esponente del governo Berlusconi. L’azione coordinata della scorta del ministro e della Polstrada ha permesso al secondo tentativo di fermare l’auto, identificando i due passeggeri che si sono rivelati due pregiudicati con precedenti per associazione mafiosa. Il ministro ha ritenuto di continuare il viaggio e confermare l’impegno a Bisaccia, rimanendo informato sulle evoluzioni della vicenda. “Sono un ottimista e propendo sempre per la casualità di queste vicende e, quindi, non sono né spaventato né particolarmente preoccupato, tanto più che sono già in corso tutti gli opportuni approfondimenti“, ha commentato il ministro per l’Attuazione del Programma.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *