alpadesa
  
Flash news:   Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta Scuola a rischio, nota del sindaco e del delegato ai lavori pubblici: «La doverosa iniziativa della Procura non ci sorprende né ci preoccupa ma stimolo sull’impegno intrapreso» Scuole a rischio, avvisi di garanzia a sindaco e tecnici comunali Vincenzo Aquino chiama le Misericordie irpine ad una svolta storica Atripalda Volley, domani presentazione ufficiale nella Sala Consiliare di Atripalda “Ripianti-Amo”, cinque nuovi alberelli in Piazzetta degli Artisti al posto di quello rubato. Foto

Deve scontare pena residua: finisce in carcere pregiudicato di Alvanite

Pubblicato in data: 21/4/2011 alle ore:20:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

carabinieri-arrestoNel pomeriggio di oggi, i carabinieri della locale stazione hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino nei confronti di B.A., classe 1977, residente in contrada Alvanite ad Atripalda, nullafacente e pregiudicato, dovendo egli scontare un residuo pena pari a 2 anni, 11 mesi e 10 giorni di reclusione per una rapina in concorso commessa proprio ad Atripalda in data 19 gennaio 2002.
L’uomo, che in realtà non è più residente ad Atripalda ma è migrato verso Pomigliano d’Arco, dovrà quindi scontare la parte finale di una condanna a complessivi 6 anni di reclusione, dalla quale la magistratura ha però dovuto sottrarre la parte che già è stata scontata a titolo di misura cautelare (quasi 5 mesi di carcere), nonché i benefici derivati dalla famosa legge sull’indulto, che ha così ridotto ulteriormente la pena da 5 anni e mezzo ai quasi 3 anni detti prima.
Al termine delle operazioni, l’arrestato è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Avellino – Bellizzi Irpino, ove dovrà trascorrere i prossimi anni, come disposto dall’autorità giudiziaria che ha emesso il provvedimento di esecuzione per la carcerazione.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *