alpadesa
  
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato “IDEA Atripalda” chiede al Comune di Atripalda la concessione della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki Tre contrade ad Atripalda nel degrado tra proteste e polemiche sui social. Foto Movida e rischio assembramento ad Atripalda, il titolare del “BeviamociSu” annulla le serate estive. Sandro Lauri: «non mi va di passare come quello che mette a rischio la città ma altrove è peggio»

Palestra “Adamo” off limits, il big match tra Pallavolo Sidigas Atripalda e Pallavolo Molfetta di sabato si giocherà alla Palestra comunale di Avellino

Pubblicato in data: 6/5/2011 alle ore:01:00 • Categoria: Pallavolo, Sport

sidigasIl big match tra la Pallavolo Sidigas Atripalda e la Pallavolo Molfetta di domani pomeriggio si giocherà alla Palestra comunale dello Stadio Partenio di Avellino. E’ l’esito di una lunga giornata segnata da incontri a seguito della chiusura al pubblico della palestra «Adamo» di Atripalda. Tutto ha inizio ieri mattina quando il sindaco Aldo Laurenzano firma e notifica alla società sportiva atripaldese e ai carabinieri della locale stazione l’ordinanza che concede l’utilizzo della struttura sportiva di via San Giacomo solo a porte chiuse.
Per il primo cittadino la gara di domani pomeriggio fra la Sidigas Atripalda e la Pallavolo Molfetta, valevole per la promozione diretta in A2, in programma alle ore 18 e 30, nella palestra della scuola materna, è possibile solo senza l’accesso del pubblico. Una doccia fredda per squadra e società pronta a festeggiare, in caso di vittoria contro Molfetta, già domani il fatidico salto di categoria in A2. Il provvedimento del primo cittadino segue il verbale della commissione pubblici spettacoli, che oltre un mese fa, decretò l’inidoneità dell’impianto a manifestazioni sportive in presenza del pubblico per carenze legate ai servizi igienici e alla indicazioni delle uscite di sicurezza. Laurenzano ha avuto anche un incontro con le forze dell’ordine e la società sportiva pallavolo per decidere cosa fare. Per le precedenti partite il primo cittadino si è sempre assunto la responsabilità diretta. Ma visto la delicatezza e l’importanza della gara di domani sera, ha deciso di optare per le porte chiuse. In un primo momento la dirigenza della Sidigas aveva pensato di installare un maxischermo esterno a ridosso della struttura sportiva di piazza Pergola, in modo da consentire ai tifosi di poter seguire il big match. Ma in serata la società sportiva atripaldese ha deciso, per poter avere il sostegno dei propri tifosi, di giocare la gara ad Avellino, nella palestra comunale ubicata sotto la Curva Nord dello stadio Partenio. «Per forza di cose siamo costretti a cambiare campo e a giocare alla palestra comunale dello stadio Partenio – dichiara amareggiato il presidente della Pallavolo Atripalda, Franco Capaldovisto che è una palestra simile alla nostra. Cambierà poco. E’ chiaro però che la gioia e il piacere era di poter chiudere quest’annata qui ad Atripalda. Non è stato possibile però. L’amministrazione ha fatto il possibile per poterci venire incontro, ma non c’erano i presupposti ed è chiaro che non possiamo prendercela con nessuno. Si è verificato alla fine quello che non volevamo con pressioni da parte del Molfetta con richieste e forzature sul comando dei carabinieri di Atripalda dichiarando di voler venire in tantissimi quando invece c’è una normativa federale che dice che solo il 20% di pubblico è consentito alla squadra ospite. Hanno fatto questo gioco nei confronti del servizio d’ordine, sapendo com’era la nostra palestra. E così l’amministrazione è stata costretta a fare questa ordinanza. Dispiace, speriamo che questo non influisca sulla squadra». Ingresso quindi solo nominativo. La posta in palio per le due compagini è troppo alta: la serie A2. Una sfida quindi che si preannuncia tesa ed avvincente.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Verso il voto, il sindaco Laurenzano assente per protesta al convegno avellinese su Abellinum

Il Sindaco Aldo Laurenzano e i candidati della lista Patto Civico per Atripalda non parteciperanno all'incontro di questo pomeriggio, organizzato Read more

Verso il voto, la lista del sindaco Laurenzano indignata con la Soprintendenza per Abellinum

Il simbolo della lista Patto civico per Atripalda fino a domani sarà affiancato dal logo degli “Indignados americani”. Una decisione Read more

Laurenzano lancia la campagna elettorale della lista “Patto civico per Atripalda”. Fotoservizio

Nessuna promessa, ma solo rispetto per chi soffre, senza approfittarne. E’ partita con queste parole del primo cittadino di Atripalda, Read more

Inammissibilità ricorso al Tar, Laurenzano soddisfatto: «Sono stato sempre tranquillo, ora competizione più democratica e pluralistica»

Il Tar di Salerno ha dichiarato oggi inammissibile il ricorso presentato dall'Api-Alleanza per l'Italia contro la lista "Patto civico per Atripalda" che candida Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *