alpadesa
  
Flash news:   Piantumato l’albero donato al Comune dai giovani di “Idea Atripalda” Il Consorzio A5 a confronto su Donne e Opportunità Coronavirus, i numeri di oggi del contagio in Irpinia: 160 i positivi, 3 ad Atripalda Installazione colonnine per la ricarica auto elettriche ad Atripalda, nominata la commissione giudicatrice per l’apertura delle offerte Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 1 ad Atripalda. Ecco il bollettino dell’Asl Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, sopralluogo e richieste di autorizzazione per i due progetti di riqualificazione e di risanamento idrogeologico ad Atripalda. Foto Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro Coronavirus, altri 3 contagiati ad Atripalda e 61 nuovi positivi in Irpinia Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice» Spaccia di droga: 40enne di Atripalda dai domiciliari al carcere

Altavilla, Angelina uccisa dal suo cane. Smentita la notizia che l’animale è in custodia presso il canile di Atripalda

Pubblicato in data: 7/5/2011 alle ore:14:00 • Categoria: Cronaca

canile-atripalda1L’esame autoptico ha fugato i residui dubbi sulla morte di Angelina Cennerazzo, la contadina di Altavilla Irpina, morta dissanguata nei pressi della cuccia del suo cane. In un primo momento, infatti, benché fosse apparso chiaro che il grosso meticcio a cui aveva portato da mangiare l’avesse azzannata al collo provocandole profonde ferite, non era stata esclusa l’ipotesi in un malore della donna che, perso i sensi, sarebbe stata alla mercè del cane inspiegabilmente inferocito. L’autopsia svolta sul corpo della sfortunata 58enne, però, ha incolpato unicamente l’animale: la morte è sopraggiunta a seguito proprio dei terribili morsi del meticcio, in preda a un raptus. Sgomenta, la comunità del piccolo centro irpino parteciperà domani ai funerali di Angelina, stringendosi alla famiglia che, di lì a poco, avrebbe festeggiato le nozze del figlio.
Il cane intanto non è vero che è stato preso in cura dal canile comunale di Atripalda (nella foto l’ingresso). A confermare la notizia, che smentisce quando affermato invece da alcune emittenti televisive locali, è Angela Luongo, che con l’associazione Aipa, si prende cura da anni del canile della valle del Sabato.
Non è assolutamente vero che il cane di Altavilla è stato affidato a noi – afferma per telefono Angela -. Tengo a precisare questa notizia. Altavilla ha uno dei canili privati più grandi, quindi non è stato portato da noi. Anzi sono pronta a scrivere al sindaco per capire questo cane che fine abbia fatto”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *